titolo l'avvocato del diavolo

di Terry Watchins e Tracy Hatley 1

 

postato: 10 agosto 2016

 

don't break the oath - mercyful fate

Sopra: la cover di Don't Break the Oath

(«Non spezzare il giuramento»; Roadrunner Records 1984), dei Mercyful Fate

 

La vicenda di un supposto coinvolgimento nel satanismo di una o più correnti che confluiscono nel grande mare della musica rock (e soprattutto di un suo influsso nocivo esercitato, a detta di molti, sull'indole delle giovani generazioni), è stata indubbiamente una delle più controverse e più discusse di questi ultimi vent'anni. I dibattiti, per lo più infuocati, sorti intorno a questo argomento sono stati caratterizzati da un'alternanza di silenzio assoluto e accese discussioni i cui picchi hanno quasi sempre coinciso con atroci fatti di cronaca nera, collegati in qualche no religionmodo al connubio musica-occultismo, che hanno potentemente riportato alla ribalta questo tema. Tra questi, l'efferato omicidio di una religiosa da parte di tre giovani fans di Marilyn Manson, il cui movente ha tutte le caratteristiche di un omicidio rituale praticato per devozione al Principe delle Tenebre. Come in altre circostanze analoghe e secondo un copione ormai ben collaudato, i mass media hanno per breve tempo riaperto la discussione per verificare in quale misura l'ascolto di un determinato genere musicale possa realmente esercitare un'influenza negativa sul carattere dei giovani fino al punto di indurli all'assassinio di una povera suora. Passati alcuni giorni da questo fatto increscioso, il silenzio è nuovamente ridisceso su questo argomento e, a parte alcune persone intelligenti e culturalmente «non allineate» che hanno lanciato un grido d'allarme sui pericoli derivanti da un particolare settore musicale, l'incitamento allo stupro, all'omicidio e all'odio verso la religione cristiana e a tanti altri crimini predicati da un certo rock, è stato nuovamente assolto. La lettura di questo agile articolo offre diversi spunti di riflessione per giudicare l'equità di questo pressoché unanime verdetto di assoluzione.

 

Presentazione

 

«”Bastarda”. Ripetuto in modo ossessivo. “Muori bastarda”. I colpi di coltello che continuano senza pietà lacerandole ogni parte del corpo. La vittima è in ginocchio. Indifesa. Impotente contro tanta ferocia. Prima prega le tre ragazze di non ucciderla: “Non vi ho riconosciuto, non dirò nulla”. Poi si rivolge al cielo: “Signore, perdonale”, riesce a dire come ultimo atto d’amore verso le sue stesse assassine. Mentre sente la morte sempre più vicina. E le tre minorenni, come in un sabba satanico che richiede un “sacrificio” così terribile, la tengono stretta, passandosi i coltelli di mano in mano» 2.

 

Il breve racconto che avete appena letto non è stato estratto da un romanzo horror di Stephen King. Si tratta di un fatto realmente accaduto il 6 giugno 2000 a Chiavenna, un paesino situato nella provincia di Sondrio. Tre ragazze minorenni - Ambra, Milena e Veronica - attirano in un viottolo ad ora tarda Suor Maria Laura Mainetti, Madre Superiora dell’Istituto Immacolata di Chiavenna, con un telefonata-tranello e, senza un movente apparente, prima la colpiscono più volte al capo con una pietra e poi la finiscono con diciannove coltellate. Dopo brevi ricerche, le tre assassine vengono incastrate mediante intercettazioni telefoniche e arrestate. Una di loro, la più dura, dichiara:

 

«Diciannove coltellate: un errore. Dovevano essere soltanto diciotto (6+6+6). Abbiamo rovinato il rito. Bisognava farla fuori quella bastarda» 3. «Nei loro quaderni di scuola, gli inquirenti trovano croci rovesciate, stelle a cinque punte, frasi blasfeme: un confuso repertorio di satanismo e di occultismo [...]. Un omicidio a sfondo antireligioso, ha sottolineato il procuratore di Sondrio Gianfranco Avella [...]. Un sacrificio umano senza alcun plausibile movente» 4. «E ora esse ripetono che quella è stata “una fatica assurda”. Ma in quel momento l'energia era dentro di loro come la musica di Marilyn Manson. L'odio per la Chiesa le ha accecate» 5.

 

Oltre ai simboli satanici, al numero 6 ripetuto fino alla nausea (non a caso il «sacrificio rituale» è stato perpetrato il 6 giugno...), e a frasi beffarde contro la «fede bigotta», sui diari delle tre omicide vengono infatti trovati fotografie e testi dell'esponente attualmente più in voga della corrente musicale conosciuta come rock satanico: Marilyn Manson, l'idolo di tanti, troppi adolescenti.

 

Proprio lui, che nel suo brano Irresponsible Hate Anthem («Irresponsabile inno all'odio») canta: «, uccidiamo tutti e lasciamo che il vostro Dio se la sbrighi»; che in Get Your Gunn («Prendi la tua pistola») urla spavaldamente: «Ucciderò gli antiabortisti»; che in The Beautiful People («La bella gente») incita ad odiare «ogni fottuto bastardo che ti intralcia»; che in Man That You Fear («L'uomo che temete») afferma: «Ora potete suicidarvi».

 

suor maria laura mainetti

 

Com'era prevedibile, la polemica intorno all'influenza esercitata sulla mente dei ragazzi da questo o da quest’altro rocker per un attimo si è riaccesa, per poi tornare nel dimenticatoio, almeno fino al prossimo adolescente che si ammazzerà o ammazzerà qualcuno spinto dalla musica che ascolta. Recita un saggio proverbio: «Chi dimentica la storia è condannato a ripeterla». Lo scopo di questo libretto è di aiutarci a non dimenticare mai la grossa fetta di responsabilità di un certo mondo musicale in questa metodica opera di scristianizzazione e conseguente assatanamento della nostra gioventù.

 

  Paolo Baroni

 

Rockdipendenza
 

Secondo il libro The Emerging Generation («La generazione emergente»), l'adolescente medio ascolta circa sei ore di musica rock al giorno! Essa è la sua compagna più affezionata, la sua maestra, la sua guida spirituale e la luce che lo illumina nelle scelte (dai vestiti da indossare... a quello in cui credere!). Ha scritto il filosofo americano Allan Bloom (1930-1992): «La musica è la loro passione e nessun altra cosa li eccita; essi non possono prendere seriamente nulla che sia estraneo alla musica» 6. Per i giovani il rock è qualcosa di più di semplice musica: esso è la loro vita! Ora vi condurrò in un viaggio attraverso la musica moderna. E se pensate che il rock sia ancora un puro passatempo, preparatevi perché state per ricevere uno scossone!
 

La musica del diavolo
 

La rockstar bisessuale David Bowie sbalordì il mondo musicale quando dichiarò: «Il rock è sempre stato la musica del diavolo [...]. Credo che il rock sia pericoloso [...]. Sento che stiamo annunciando qualcosa che è più oscuro di noi stessi» 7. Qualcosa di tenebroso e malvagio sta dunque serpeggiando sotto il rock. Nel brano The Conjuring («L'evocazione»), dei Megadeth, si dice quale sia la vera missione del rock:

 

«I'am the devil's advocate

A salesman, if you will [...]

Come join me in my infernal depths

I've got your soul»!

Io sono l’avvocato del diavolo

Un rappresentante, se vuoi [...]

Vieni con me nelle profondità infernali

Io possiedo la tua anima!

 

E al termine della canzone essi cantano: «Obey»! («Ubbidisci»!). Il rocker Frank Zappa, morto il 4 dicembre 1993, si vantava orgogliosamente affermando: «Io sono l'avvocato del diavolo. Noi abbiamo i nostri adoratori che sono le “groupies”, ragazze che offrono il loro corpo ai musicisti come si offre un sacrificio ad un dio» 8. I Blue Öyster Cult cantano in I'm Burning For You («Sto bruciando per te»):

 

«I'm living for givin' the Devil his due

I'm burning, I'm burning, I'm burning for you».

Io vivo per dare al diavolo ciò che gli devo

Sto bruciando, sto bruciando, sto bruciando per te

 

Il supergruppo Metallica, nel loro brano Jump In the Fire («Salta nel fuoco»), ordina ai giovani di gettarsi nell'inferno:

 

Follow me now my child [...]

Do just as I say

Jump by your will or be taken by force

I'll get you either way [...]

So reach down grab my hand walk with me through the land

Come home where you belong

So come on jump in the fire».

E ora ragazzo mio seguimi [...]

Fà unicamente ciò che ti dico

Fallo spontaneamente o sarai preso con la forza

Ti prenderò in un modo o nell’altro [...]Perciò afferra la mia mano e cammina con me attraverso la terra

Vieni nella casa che ti appartiene

Quindi vieni e salta nel fuoco

 

megadeth jump in the fire - metallica
Blue Öyster Cult Megadeth Jump In the Fire

 

Nella track The Prince («Il principe»), i Metallica cantano apertamente:

 

«Angel from below [...]

I wish to sell my soul [...]

Devil take my soul

With diamonds you repay

I don't care for heaven

So don't you look for me to cry

And I will burn in hell

From the day I die».

Angelo dell'abisso [...]

Io desidero vendere la mia anima [...]Diavolo prendi la mia anima

Tu ripaghi con diamanti

Il paradiso non mi interessa

Quindi non cercare di farmi piangere

E io brucerò all'inferno

Dal giorno in cui morirò.

 

La rockstar Marilyn Manson ha affermato con compiacimento: «Spero di essere ricordato come la persona che ha causato la fine del cristianesimo» 9. Quando è sul palcoscenico, Manson - che è stato ordinato «reverendo» dalla Church of Satan («Chiesa di Satana») di San Francisco, in California - si pratica delle auto-mutilazioni, strappa la Bibbia e vomita bestemmie contro Gesù Cristo. Sulle sue t-shirts appaiono scritte come Kill your parentsUccidi i tuoi genitori») o I love SatanIo amo Satana»). Egli pretende che il suo CD-ROM Antichrist Superstar («Anticristo superdivo») sia dovuto ad una

 

«ispirazione soprannaturale [...]. Io sentii che questo album era compiuto, lo sentii in sogno [...]. Fu come per le rivelazioni di Giovanni Battista o qualcosa del genere» 10.

 

Ed ecco le speranze di Manson per Antichrist Superstar: «Penso che, forse, ogni volta che le persone ascolteranno questo nuovo album, Dio verrà distrutto nelle loro teste» 11. Ma la bestemmia di Manson non è solamente un atto scenico. Egli ammette prontamente che durante gli spettacoli ci sono molte più cose di quelle che soddisfano l'occhio.

 

«Io non so se c’è qualcuno che ha realmente capito quello che stiamo cercando di fare. Non si tratta solo di scuotere i valori: quest'ultima cosa la facciamo unicamente per adescare la gente. E una volta che li abbiamo adescati possiamo trasmettere loro il nostro messaggio» 12.

 

 Manson ha inoltre ammesso che durante la sua infanzia ha ardentemente desiderato di incontrare Satana:

 

 

«Quando ero bambino, mia madre mi diceva: “Se bestemmi, durante la notte il diavolo verrà da te mentre stai dormendo”. Ero stanco di essere eccitato perché volevo che ciò accadesse realmente [...]. Io lo desideravo. Lo desideravo più di ogni altra cosa» 13.

 

marilyn manson

 

Nel brano Burn in Hell («Brucia all’inferno»), cantano i Twisted Sisters:

 

«Welcome to the abandoned land

Come on in child, take my hand

Here there's no work or play

Only one bill to pay

There's just five words to say

As you go down, down, down

You're gonna burn in hell»!

Benvenuto nella terra desolata

Vieni avanti ragazzo, prendi la mia mano Qui nessuno lavora o gioca

Solo un conto da pagare

Ci sono solo cinque parole da dire

Come «tu vai giù, giù, giù»

Tu stai per andare a bruciare all'inferno!

 

In Homebound Train («Treno diretto a casa»), Bon Jovi canta:

 

«When I was just a boy

The devil took my hand

Took me from my home

He made me a man [...]

I'm going down, down, down, down, down

On the homebound train».

Quando ero solo un ragazzo

Il diavolo prese la mia mano

Mi portò via dalla mia casa

Egli fece di me un uomo [...]

Sto andando giù, giù, giù, giù, giù

Sul treno diretto a casa.


 

Istigazione all'omicidio
 

Nel corso di un'intervista pubblicata sulla rivista Smash Hits, Bon Jovi ha asserito: «Per il rock ucciderei mia madre e venderei la mia anima». Proprio quello che ha fatto Tommy Sullivan! Durante la notte di sabato 9 gennaio 1988, Tommy, un quattordicenne abitante nel New Jersey, tagliò la gola alla madre e le cavò gli occhi. Poi si tagliò i polsi e si squarciò la gola da orecchio a orecchio con una forza tale da quasi decapitarsi.

 

Il sindaco Fran Slayton disse in seguito: «C'era qualcosa che non quadrava in quella situazione. É strano che un buon ragazzo come Tommy sia impazzito nel giro di due settimane». In seguito, il padre di Tommy raccontò che il figlio aveva canticchiato per tutta la settimana precedente il delitto una canzone rock che «parlava di sangue e di uccidere la propria madre» 14.

 

Il Dr. Paul King, Direttore medico del programma per adolescenti al Charter Lakeside Hospital di Memphis, nel Tennessee, ha affermato che oltre l'80% dei suoi pazienti è lì a causa della musica rock, ed ha aggiunto: «Per questi ragazzi, i testi delle canzoni diventano una filosofia di vita, una religione».

 

Uno dei gruppi più popolari della scena heavy metal sono gli Slayer («assassino»), che in una loro track si definiscono come «Warriors from the gates of hell [...]. In Lord Satan we trust» («Guerrieri usciti dai cancelli dell'inferno [...]. Noi crediamo nel signore Satana»). I loro album vengono venduti a milioni, e canzone dopo canzone essi glorificano Satana. Il loro brano Hell Awaits («L'inferno attende»), incluso nell’omonimo LP (Metal Blade Records 1985) dice:

 

«Jesus knows your soul cannot be saved

Crucify the so called "Lord"

He soon shall fall to me

Your souls are damned

Your God has fell to slave for me eternally

Hell awaits».

Gesù sa che la tua anima non può essere salvata

Crocifiggi il cosiddetto «Signore»

Presto egli cadrà da me

Le vostre anime sono dannate

Il tuo Dio è divenuto mio schiavo per tutta l'eternità

L'inferno attende.

 

 L'inizio di questo brano contiene un evidente messaggio al contrario. Al dritto non si sente nient'altro che un rumore confuso; ma se si ascolta a rovescio, è possibile intendere il vero messaggio più volte ripetuto: «Join us... join us... join us... join us...» («Unisciti a noi... unisciti a noi... unisciti a noi... unisciti a noi... unisciti a noi...»). Questa musica ha effetto sui giovani? La rivista Spin, nel numero di maggio del 1989, ha pubblicato una lettera di un fan degli Slayer che scrive: «Io odio il vostro Dio, Gesù Cristo! Satana è il mio signore! Io gli sacrifico degli animali. Il mio dio sono gli Slayer e credo ai testi delle loro canzoni».

 

Il gruppo Acheron 15 ha un album intitolato The Rites of the Black Mass («I riti della messa nera»; Turbo 1992). Nell'ellepì, il compositore Peter H. Gilmore, «reverendo» - come Marilyn Manson - della Church of Satan, legge il rito della messa nera insieme agli Acheron ringhiando in modo infernale e declamando lodi al diavolo di questo genere:

 

«Glory to thee almighty Satan [...]

We praise thee, we bless thee

We adore thee [...]

Thou art Lord, Thou alone

Oh, mighty Satan».

Gloria a te onnipotente Satana [...]

Noi ti glorifichiamo, ti benediciamo

Ti adoriamo [...]

Tu sei il signore, tu solo

Oh, potente Satana.

 

Nel brano The Bridge of Death («Il ponte della morte»), canta il gruppo Manowar:

 

«Dark Lord, I summon thee

Demanding the sacred right to burn in hell [...]

Take my lustful soul

Drink my blood as I drink yours [...]Lucifer is king

Praise Satan»!

Signore tenebroso, io mi appello a te

Chiedendoti il sacro diritto di bruciare all'inferno [...]

Prendi la mia anima concupiscente

Bevi il mio sangue come io bevo il tuo [...]Lucifero è re

Lode a Satana!

 

the rites of the black mass - acheron hell awaits - slayer peter h. gilmore
The Rites of the Black Mass Hell Awaits Peter H. Gilmore

 

Il gruppo Morbid Angel («Angelo Morboso») canta in Vengeance in Mine («La vendetta è mia»): «Satan's sword I have become/ [...] I burn with hate/ To rid the world of Nazarene»! («Io sono divenuto la spada di Satana/ [...] Io brucio con odio/ Liberare il mondo dal Nazareno»!). E per completare le loro ingiurie contro Dio, essi cantano in Blasphemy («Bestemmia»):

 

«Chant the blasphemy

Mockery of the Messiah

We curse the Holy Ghost [...]

Blaspheme the Ghost

Blasphemy of the Holy Ghost».

Scandisci ad alta voce la bestemmia

Scherno del Messia

Noi malediciamo lo Spirito Santo [...]

Bestemmia lo Spirito

Bestemmia dello Spirito Santo.

 

Trey Azagthoth, chitarra e voce dei Morbid Angel, sostiene di essere veramente un vampiro, tant'è che mentre suona sul palcoscenico si morde e beve il proprio sangue!
 

Backmasking satanici
 

La canzone Stairway to Heaven («La scala per il paradiso»), dei Led Zeppelin, contenuta nel loro IV album (Atlantic 1971), è indubbiamente uno dei brani più popolari della storia del rock. Una frase del testo di questa ballata dice: «'Cos you know sometimes words have two meanings» («Perché come sai talvolta le parole hanno due significati»). In effetti, questa canzone è inzuppata di backmasking satanici! Una parte del testo al dritto dice: «Yes, their are two paths you can go by/ But in the long run/ There's still time to change the road you're on» («Sì, ci sono due strade che puoi percorrere/ Ma a lungo andare/ Hai ancora tempo per cambiare strada»).

 

Quando le parole «there's still time» vengono sentite al contrario è possibile intendere chiaramente altre frasi come «Here's to my sweet Satan»Al mio dolce Satana»), o come «I will sing because I live with Satan» («Io canterò perché vivo con Satana»). Nel pezzo Over the Hills e Far Away («Oltre le colline e molto lontano»), incluso nel loro LP Houses of the Holy («Le case del santo»; Atlantic 1974), sentite a rovescio le parole «only leaves you guessin'» («che ti lascia solo indovinare») danno luogo ad un'altra frase: «Yes, Satan’s really lord», Satana è veramente il signore»). Si tratta forse di una semplice coincidenza fonetica? Non credo proprio! Jimmy Page, virtuoso chitarrista degli Zeppelin, è un devoto seguace del satanista inglese Aleister Crowley (1875-1947).

 

Uno degli insegnamenti satanici di quest'ultimo consiste nel lanciare incantesimi contro persone pronunciandoli alla rovescia in modo che esse non se ne accorgano! In realtà, questa storica band è stata profondamente coinvolta nell'occultismo. Il cantante del gruppo Robert Plant, che ha scritto il testo di Stairway to Heaven, ha ammesso che le parole sono giunte a lui per via medianica, ovvero tramite quella pratica occultistica conosciuta con il nome di «scrittura automatica»:

 

«Me ne stavo seduto con Pagey (Jimmy Page) davanti al caminetto di Headley Grange. Pagey aveva scritto gli accordi e li aveva suonati per me. Tenevo in mano una penna e della carta e, per qualche strana ragione, ero di pessimo umore. Quindi, all'improvviso, le mie mani incominciarono a buttar giù parole: “There’s a lady who’s sure, all that glitters is gold, and she’s buying a stairway to heaven” (“C’è una signora che è convinta che tutto ciò che luccica è oro e si sta comprando una scala per il paradiso”). Me ne rimasi lì seduto a fissarle e poi quasi balzai in aria dallo stupore» 16. «Egli (Plant) faceva notare che spesso poteva sentire spingere la sua penna da qualche entità superiore» 17.

 

Page ha inoltre acquistato il castello di Crowley sul lago di Loch Ness, in Scozia, e ha fatto delle sedute spiritiche per entrare in contatto con lo spirito del mago. «Jimmy passava le sue giornate nella sua suite con le tende chiuse [...]. Egli trascorse giorni e notti completamente sveglio, tenendo la sua chitarra in mano e, come raccontò un reporter, aspettando qualcosa che doveva apparire» 18. Lui stesso ha affermato: «è come se fossi il veicolo usato da una grande forza» 19. Page ha realmente praticato alcuni rituali crowleyani on stage, ed è un vero discepolo del mago britannico.

 

jimmy page

 

«I fans più accaniti del complesso, quelli che avevano comprato le prime copie di Led Zeppelin III, trovarono la seguente massima, senza alcuna spiegazione, incisa accanto all'etichetta sulla prima facciata: “Do what thou wilt. So mote it be” (“Fà ciò che ti piace. Così potrai essere”). Page stava lanciando il suo incantesimo» 20.

 

il motto di aleister crowley sul vinile di led zeppelin III
Il motto di Aleister Crowley sul vinile di Led Zeppelin III.

 

Questo frase era il motto magico di Crowley, che Page ha voluto fosse inciso sul vinile dell'album. Secondo dicerie dilaganti, gli Zeppelin avevano firmato un patto con il diavolo, come il chitarrista blues Robert Johnson (che ha esercitato una grossa influenza sul gruppo), il quale avrebbe venduto l'anima al maligno in cambio di una straordinaria abilità nel suonare la chitarra e del successo con le donne.

 

Nulla di strano, quindi, se nel loro brano Houses of the Holy, i Led Zeppelin cantano: «Let the music be your master/ Will you heed the master's call/ Oh, Satan...» («Lascia che la musica sia il tuo padrone/ Presterai attenzione alla chiamata del maestro/ Oh, Satana...»). Anche Michael Jackson (1958-2009) avrebbe inserito in un suo brano un backmasking satanico. Ascoltando alla rovescia un brevissimo stacchetto estratto dal suo brano Beat It («Picchialo») è possibile intendere queste parole: «I do believe it was Satan whose in me» («Io credo fermamente che Satana è in me»).

 

beat it - michael jackson

 

Uno dei pezzi di maggior successo degli anni '70 è stato Hotel California, contenuto nell'omonimo LP (Asylum 1976), degli Eagles. Pochi però sanno che la prima sede della Church of Satan era situata in California Street ed era un hotel! Dice la canzone: «We haven’t had that spirit here since 1969» («Non abbiamo quello spirito dal 1969»). Ebbene, il 1969 fu l'anno in cui venne pubblicata la Satanic Bible («Bibbia satanica») di Anton Szandor LaVey (1930-1997), il fondatore della Church of Satan. Dice ancora la stessa canzone: «What a lovely place [...]. What a lovely face» («Che bel posto [...]. Che bella faccia»). «Faccia»? Quale «faccia»?

 

 

In effetti, se si osserva attentamente, all'interno della cover di questo LP, da una finestra che da sulla hall dell'albergo sbircia niente meno che LaVey in persona! La gente dice che gli Eagles non fanno sul serio, ma stanno solamente cercando di vendere più dischi. Lo credi anche tu? Il loro manager Larry Solters ha dichiarato alla stampa che gli Eagles sono coinvolti nella Church of Satan 21. Non dobbiamo stupirci quindi se uno dei loro brani di successo è intitolato Have A Good Day in Hell («Che tu abbia un buon giorno all’inferno»). Lo stesso brano Hotel California contiene anche un backmasking satanico che dice: «Yeah, Satan had us organize his own religion» («Sì, Satana ci ha organizzato la sua religione»).
 

Adorazione diabolica
 

Il gruppo Kiss, i cui membri saltano sul palcoscenico come demoni del rock vomitando sangue, respirando fuoco e gridando «God of rock'n roll, we'll steal your virgin soul»il dio del rock ruberà la tua anima verginale»), nel brano God of Thunder («Il dio del tuono») canta:

 

«I'm lord of the wasteland, a modern day man of steel

I gather darkness to please me

And I command you to kneel

Before, The god of thunder, the god of rock'n roll

I'll steal your virgin soul»!

Io sono il signore del deserto, un uomo moderno d'acciaio

Io raduno le tenebre per fare il mio comodo Ed io ti comando di inginocchiarti

Davanti al dio del tuono, il dio del rock

Io ti ruberò la tua anima verginale!

 

La rocker The Great Kat canta una canzone dal titolo Satan Says («Satana dice») in cui ella afferma:

 

«Hi, boys and girls!

We're going to play a game called “Satan says”! [...]

We're going to do everything that Satan says, right? [...]

Satan says: “Follow me”!

Satan says: “Go to hell”»!

Ciao ragazzi e ragazze

Ora giocheremo ad un gioco chiamato "Satana dice"! [...]

Faremo tutto quello che Satana dice, giusto? [...]

Satana dice: "Seguimi"!

Satana dice: "Vai all'inferno"»!

 

Nel loro pezzo Prince of Darkness («Principe delle tenebre»), il gruppo Bow Wow Wow invita apertamente ad accogliere Satana e canta: «So open the door and let Satan in, the Prince of Darkness» («Quindi, apri la porta e lascia che entri Satana, il principe delle tenebre»). I Sad Iron cantano arrogantemente glorificando il diavolo: «We all praise the devil/ He is so fine/ We all praise the devil/ Till the day we'll die»! («Noi tutti adoriamo il diavolo/ Egli è così bello/ Noi tutti adoriamo il diavolo/ Fino al giorno in cui moriremo»!). Il gruppo W.A.S.P., che ha ammesso orgogliosamente che questa sigla sta per «We Are Sexual Perverts» («Noi siamo dei pervertiti sessuali»), canta in Sleeping in the Fire («Dormendo nel fuoco»):

 

«Taste the love

The Lucifer’s magic

That makes you numb

You feel what it does and you're drunk on love

You're sleeping in the fire»!

Assaggia l'amore

La magia di Lucifero

Che ti intorpidirà

Tu senti quello che fà e sei ubriaco d'amore

Tu stai dormendo nel fuoco!

 

the great kat kiss w.a.s.p.
The Great Kat Kiss W.A.S.P.

 

Durante i loro concerti, i W.A.S.P. lanciano grossi pezzi di carne cruda tra il pubblico, e i giovani, in preda ad una frenesia demoniaca, mangiano veramente questa carne come animali selvaggi! Sul retro della cover del loro ultimo album Crimson Idol («L'idolo cremisi»; Capitol 1992) è scritto: «The gods you worship are steel. At the altar of rock and roll you kneel»!Gli dèi che tu adori sono d'acciaio. Inginocchiati davanti all'altare del rock»!). Cantano i Mötley Crüe in Wild Side («Lato selvaggio»):

 

«I carry my crucifix, under my deathlist

Forward my mail to me in hell [...]

Our father, who ain't in heaven

Be thy name on the wild side»!

Sulla mia tomba, c'è il mio crocifisso

Spedisci la mia posta all'inferno [...]

Padre nostro, che non sei nei cieli

Sia il tuo nome sul lato selvaggio

 

Durante i loro concerti, i Black Sabbath («Sabba nero») invitano i giovani ad accogliere Satana. Uno dei loro album è intitolato We Sold Our Souls for Rock & Roll («Abbiamo venduto la nostra anima per il rock»; Vertigo 1976). La loro canzone N.I.B. (Nativity in Black, ossia «Natività in nero») è uno dei brani più apertamente satanici che sia mai stato registrato. Si tratta di una canzone d'amore da parte di Lucifero, in cui quest'ultimo invita l'ascoltatore a prenderlo per mano. Ecco un estratto del testo:

 

«Some people say my love cannot be true

Please, believe me, my love, and I'll show you

I will give you those things you thought unreal [...]

Your love for me has just got to be real[...] Look into my eyes, you will see who I am

My name is Lucifer, please take my hand»!

Alcune persone dicono che il mio amore non può essere vero

Per favore, credimi, il mio amore, e io te lo mostrerò

Io ti darò delle cose che tu pensavi irreali [...] Il tuo amore per me dev'essere unicamente reale [...]

Guardami negli occhi, tu vedrai chi sono

Il mio nome è Lucifero, per favore prendi la mia mano!

 

Uno dei gruppi rock più popolari sono gli AC/DC. Nella loro Hell's Bells («Le campane dell'inferno») essi cantano: «I got my bell/ I'm gonna take you to hell/ I'm gonna get ya/ Satan get ya» («Ho le mie campane/ Sto per portarti all'inferno/ Sì, io ti avrò/ , Satana ti avrà»). L'altra loro canzone Highway to Hell («Autostrada per l'inferno») contiene queste parole:

 

«Ain't nothing I would rather do

Goin' down, party time

My friends are gonna be there too [...] Hey Satan, paid my dues [...]

I'm on the way to the promised land

I'm on the highway to hell».

Non c'è nient’altro che farei

Andare giù, è tempo di party

Anche i miei amici stanno andando lì

Ehi Satana, paga ciò che mi spetta [...]Sono sulla strada che conduce alla terra promessa

Sono sull'autostrada per l'inferno.

 

wild side - mötley crüe we sold our souls for rock & roll - black sabbath hell's bells - ac/dc
Wild Side We Sold Our Souls... Hell's Bells

 

Essi cantano anche: «If you're a friend of evil/ you're a friend of mine» («Se sei un amico del male, se mio amico»), e un brano intitolato Hell Ain't a Bad Place To Be («L'inferno non è un brutto posto da starci»). Il serial killer satanista Richard Ramirez, noto come il Night Stalker («cacciatore in agguato notturno»), che terrorizzò la California, ha affermato che il brano degli AC/DC Night Prowler («Incursore notturno») lo ha spinto ad assassinare brutalmente e a sacrificare a Satana quattordici persone! I Van Halen cantano in The Best Of Both Worlds («Il meglio di entrambi i mondi»), dal loro album 5150 (Warner Bros. 1986):

 

«You don't have to die and go to heaven

Or hang around and be “born again” [...] Just tune in to what this place has got offer

We may never be here again».

Tu non devi morire e andare in paradiso

O perdere tempo e diventare un cristiano «rinato»

Sintonizzati subito su ciò che questo posto ha da offrirti

Potremmo non essere più qui.

 

David Lee Roth, ex singer di questa band ha dichiarato:

 

«Ho intenzione di abbandonare la mia anima agli spiriti del male. Ecco ciò che sto realmente tentando di fare. Ti metti in questo stato e cadi supplicando gli dèi demoni» 22.

 

Ecco ciò che i Van Halen suggeriscono stupidamente ai loro ascoltatori in Judgement Day («Il giorno del giudizio»):

 

«Got no faith

Got no religion

Oh, tell me why

Should I care

Or even, why should I try?

I just slide

Slide on by

Never bad enough to crucify me

Put it off until judgement day! [...]

I'll bear the cross on judgement day»!

Non ho fede

Non ho religione

Oh, dimmi perché

Dovrebbe importarmene

O addirittura, perché dovrei provare

Scivolo solo

Continuo a scivolare

Mai abbastanza cattivo da crocifiggermi

Rimando fino al giorno del giudizio! [...]

Porterò la croce il giorno del giudizio!

 

Il brano di Billy Joel Only the Good Die Young («Solo il buono muore giovane») dice:

 

«I'd rather laugh with the sinners, than cry with the saints

The sinners are much more fun

You know that only the good die young»!

Preferisco ridere con i peccatori

Che piangere con i santi

I peccatori sono molto più divertenti

Tu sai che solo il buono muore giovane.

 

richard ramirez serial killer david lee roth billy joel
Richard Ramirez David Lee Roth Billy Joel

 

Il gruppo Suicidal Tendencies («tendenze suicide»), i cui dischi esaltano l'autodistruzione e sono stati collegati al suicidio di diversi adolescenti, rivela una spaventosa realtà nella canzone Possessed («Posseduto»):

 

«I'm a prisoner of a demon [...]

It stays with me wherever I go

I can't break away from its hold

This must be my punishment

For selling my soul»!

Sono prigioniero di un demone [...]

Egli sta con me ovunque io vada

Non posso liberarmi dalla sua presa

Questa dev'essere la mia punizione

Per aver venduto la mia anima!

 

«Io predico le vie di Satana»
 

Nella song Crush the Skull («Schiaccia il cranio»), il gruppo Unleashed («scatenato») canta sfacciatamente il suo odio contro Gesù Cristo:

 

«I gaze into his glassy eyes

And pluck him by the beard

I uplift a broadaxe

And split open his worm eaten skull

Crush the skull - Sacrifice

Crush the skull - Die Christ»!

Fisso i suoi occhi vitrei

E gli strappo la barba

Sollevo una grossa scure

E fracasso il suo cranio mangiato dai vermi

Schiaccia il cranio - sacrificio

Schiaccia il cranio - muori Cristo!

 

the satanic bible - anton lavey

 

 Da dove provengono parole così disgustose? Direttamente dalla Satanic Bible di LaVey (vedi foto sopra) 23! Cantano i Pink Floyd nella canzone Sheep («Pecora»), dal loro LP Animals («Animali»; Harvest 1977), parafrasando la Sacra Scrittura e trattando Dio come un macellaio senza pietà:

 

«The Lord is my shepherd, I shell not want [...]

With bright knives he releaseth my soul

He makes me to hang on hooks in high places [...]

For lo, he hath great power and great hunger».

«Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla [...]

Con coltelli luccicanti libera la mia anima

Mi fa stare appeso su ganci in luoghi alti[...] Poiché egli ha grande potere e tanta fame.

 

Sempre i Pink Floyd cantano in Lucifer Sam: «Lucifer Sam [...] Always sitting by your side/ Always by your side» («Lucifero Sam [...] Sempre seduto dalla tua parte/ Sempre seduto dalla tua parte»). Il gruppo Possessed («posseduto»), canta nella sua canzone inneggiante il suicidio No Will To Live («Non desiderare di vivere»):

 

«Drink the blood from my chalice

Come to hell and my palace [...]

Take you to the evil land [...]

You can only live by death

Worship Satan with the rest»!

Bevi il sangue dal mio calice

Vieni all'inferno e al mio palazzo [...]

Fuggi verso la terra malvagia [...]

Tu puoi solo vivere di morte

Adora Satana con il resto!

 

Nel brano Tribulation («Tribolazione») essi proclamano il loro amore per Satana e cantano: «In love with Satan»Innamorati di Satana»). La track The Oath («Il giuramento»), dei Mercyful Fate, contiene le parole dell'attestazione solenne che i satanisti prestano durante il rito della messa nera:

 

«I deny Jesus Christ, the deceiver

And I abjure the christian faith

Holding in contempt all of it's works [...] In this world I swear to give my full allegiance, to it's lawful master

To worship him, our lord Satan, and no other»!

Io rinnego Gesù Cristo, l'imbroglione

E abiuro la fede cristiana

Avendo in disprezzo tutte le sue opere

[...] In questo mondo io giuro di dare la mia piena fedeltà al suo legittimo padrone

Di adorarlo, nostro Signore Satana, e nessun altro!

 

Il brano Sympathy for the Devil («Comprensione per il diavolo»), dei Rolling Stones, è diventato l'inno ufficiale della Church of Satan. In esso, Lucifero parla in prima persona e chiede comprensione a tutti quelli che lo incontrano. Il singer degli Stones Mick Jagger ha dichiarato che Anton LaVey è stato l'ispiratore di molta della loro musica. Il loro LP Their Satanic Majesties Request («Su richiesta delle loro maestà sataniche»; Decca 1967) non lascia dubbi sulla loro fedeltà al leader satanico!

 

Il gruppo death metal Venom («veleno») rivela il vero motivo che li spinge a fare musica. Essi infatti cantano: «We're not here to entertain you/ [...] I preach the ways of Satan/ Answer to his calls»!Non siamo qui per divertirti/ [...] Io predico le vie di Satana/ Rispondi alle sue chiamate»!). Nella loro canzone Possessed («Posseduto»), dal loro ellepì Welcome to Hell («Benvenuto all’inferno»; Neat 1981) essi cantano:

 

«We're possessed by all that is evil

The death of your God we demand

We spit at the virgin you worship

And sit at Lord Satan's left hand».

Noi siamo posseduti da tutto ciò che è male

La morte del tuo Dio noi chiediamo

Noi sputiamo sulla Vergine che tu adori

E sediamo nella mano sinistra del Signore Satana.

 

 

Questi sono solo alcuni dei gruppi più popolari al mondo! E non si tratta di casi isolati! Gli esempi fin qui riportati non sono che una goccia nel mare! Questa è adorazione satanica bella e buona (e pericolosa), e il rock ne è ripieno. Se poi si considera che mediamente i giovani ingeriscono sei ore al giorno di queste malvagità, il gioco è fatto! Che cosa pensate che produca tutto questo nella gioventù?

 

Secondo il libro Satanism in America («Il satanismo in America»), che ha ricevuto l'approvazione della National Criminal Justice Task Force on Occult Related Ritualistic Crimes («Unità operativa nazionale criminale di giustizia per i crimini rituali legati all’occulto»), «il satanismo più ostinato è la subcultura che si sviluppa più velocemente tra gli adolescenti d'America». Studi effettuati dalla Georgia Police Academy («Accademia di Polizia dello Stato della Georgia») rivelano che il 90% delle persone coinvolte nel satanismo sono minorenni!

 

Il giornalista televisivo Geraldo Rivera, che ha esplorato il terrificante mondo in espansione del satanismo, ha affermato: «Il fenomeno esiste e sta crescendo. I teenagers sono gli individui che è più probabile cadano sotto i suoi influssi». Quanto c'è di vero in tutto questo? Nel corso di una trasmissione mandata in ondata dall'emittente televisiva MTV nel 1992 per la premiazione dei gruppi di maggior successo, i Red Hot Chili Peppers, ricevendo il loro premio, hanno affermato: «Prima di tutto, vogliamo ringraziare Satana...». La verità è che questi gruppi sanno perfettamente chi stanno servendo e a che si sono totalmente consacrati!

 

geraldo rivera

 

Nella rivista Hit Parader, Bruce Dickinson degli Iron Maiden, ha affermato: «Noi possiamo esibirci con convinzione ogni notte perché crediamo totalmente nella musica che suoniamo». Come nel brano The Number of the Beast («Il numero della Bestia»), degli Iron Maiden, in cui Dickinson invita i suoi ascoltatori ad accettare il marchio dell'Anticristo: «Six-six-six, the number of the Beast/ Six-six-six, the one for you and me»! («Sei-sei-sei, il numero della Bestia/ Sei-sei-sei, l'unico per te e per me»!).
 

Avversione per Cristo
 

Un argomento che riecheggia in tutto il rock è l'ostilità verso Gesù Cristo. Non verso Buddha, non verso Maometto, non verso Allàh... Solo contro Gesù! Non è un po' strano che ce l'abbiano solo con Lui? La verità è che Egli è l'unico vero Dio, e Satana lo sa! Ecco alcuni esempi di testi che testimoniano questa repulsione:

 

- Da Man in the Box («L'uomo nella scatola»), degli Alice in Chain: «Jesus Christ, deny your maker»Gesù Cristo, rinnega il tuo Creatore»);

- Da Anarchy in the U.K. («Anarchia nel Regno Unito»), dei Sex Pistols: «I am an Anti-Christ...»Io sono un Anticristo...»);

- Da (Don’t Need) Religion («Non ho bisogno della religione»), dei Motörhead: «I don't need Jesus Christ superstar»Non ho bisogno di Gesù Cristo superdivo»);

- Da Fight With the Beast («Combatti con la Bestia»), degli Onslaught: «The Nazarene will fester in hell»Il Nazareno andrà a covare la sua rabbia all'inferno»!);

- Da Quicksand Jesus Gesù sabbia mobile»), degli Skid Row: «Are we saved by the words of bastard saints»? («Siamo forse stati redenti dalle parole di santi bastardi»?);

- Da Super Charger Heaven («Super caricatore paradiso»), dei White Zombie: «Yeah, Jesus lived his life in a cheap hotel/ On the edge of Route 66, yeah/ He lived a dark an twisted life/ [...] It’s not heresy and I will not repent»! («Sì, Gesù visse la sua vita in un albergo di malaffare/ Sul margine della strada 66, sì/ Egli visse una vita oscura e perversa/ Ciò che ho detto non è un'eresia e non mi pentirò»!);

 

alice in chain skid row white zombie
Alice in Chain Skid Row White Zombie

 

- Da If God Will Send His Angels («Se Dio manderà i suoi angeli»), degli U2: «God has his phone off the hook, babe/ Would he even pick up if he could»? («Dio ha staccato la cornetta, bambina/ Forse risponderebbe se potesse»?);

- Da In God's Country («Nella nazione di Dio»), degli U2: «I stand with the sons of Cain»Io sto dalla parte dei figli di Caino»);

- Da Livin' On The Edge («Vivendo sull'orlo»), degli Aerosmith: «We're seeing things in a different way/ And God knows is ain't his» («Noi vediamo le cose in modo diverso/ E Dio sa che non è il suo»);

- Da Satan Is My MasterSatana è il mio padrone»), dei Ben Folds Five: «Satan is my master/ He has always been/ [...] He tells me what to do» («Satana è il mio padrone/ Lo è sempre stato/ [...] Egli mi dice cosa devo fare»);

- Da Reject («Rifiuto»), dei Green Day: «It ain't no big deal and I'll see you in hell» («Non è una cosa importante e ci rivedremo all'inferno»);

- Da Jesus Christ Pose («La posa di Gesù Cristo»), dei Soundgarden: «Like I need to be saved/ In your Jesus Christ pose» («Come se avessi bisogno di essere salvato/ Nella tua posa da Gesù Cristo»);

- Da Right Next Door to Hell («Proprio vicino all'inferno»), dei Guns N' Roses: «I'll take nicotine, caffeine, sugar fix/ Jesus don't ya git tired of turnin' tricks» («Prenderò nicotina, caffeina, droga/ Gesù non stancarti di fare scherzi»);

- Da Who Will Save Your Soul («Chi salverà la tua anima») Premio Grammy 1997, dei Jewel:

 

«So we pray different gods as there are flowers

But we call “religion” our friend

We’re so worried about saving our souls

Afraid that god will take his toll [...]

Who will save your soul after all the lies that you told, boy

Who will save your soul if you won’t save your own»?

Quindi non preghiamo dèi diversi quanti sono i fiori

Ma chiamiamo “religione” il nostro amico

Siamo così preoccupati di salvare le nostre anime

Con la paura che Dio si prenda il suo pegno

Chi salverà la tua anima dopo tutte le bugie che hai detto, ragazzo

Chi salverà la tua anima se non salverai te stesso?

 

u2 guns n' roses jesus christ pose - soundgarden
U2 Guns N' Roses Jesus Christ Pose

 

- Da Synapse («Collegamento»), dei Bush: «Hell is where the heart is... synapse again» («L'inferno è dove c'è il tuo cuore… ancora un collegamento»);

- Da Distant Voices («Voci distanti»), dei Bush:

 

«I'm gonna find my way to the sun

If I destroy myself, I can shine on

I'm gonna find my way to the sun

When I destroy myself

I can shine on».

Sto cercando la mia via nel sole

Se distruggo me stesso, posso risplendere

Sto cercando la mia via nel sole

Quando distruggo me stesso

Posso risplendere.

 

- Da Forgiven («Perdonato»), di Alanis Morissette: «In the name of the Father, the skeptic, and the Son...» («Nel nome del Padre, lo scettico, e del Figlio...»);

- Da Operation Spirit («Operazione Spirito»), dei Live:

 

«Heard a lot of talk about this Jesus

A man of love, a man of strenght

But what man was two thousand years ago

Means nothing at all to me today».

Ho sentito un sacco di discorsi su questo Gesù

Un uomo d'amore, un uomo potente

Ma ciò che era un uomo duemila anni fa

Oggi a me non dice nulla.

 

- Da I Alone («Io da solo»), dei Live:

 

«Alone in the church by and by [...]

Your anchor is up

You've been swept away

And the greatest of teachers won't hesitate

To leave you there, by yourself

Chained to fate».

Fra breve sarai solo nella chiesa

La tua àncora è stata tolta

Sei stato spazzato via

E il più grande dei maestri non esiterà a lasciarti lì, da solo

Incatenato al fato.

 

- Da Cursed NazareneMaledetto Nazareno»), degli Acheron:

 

«Cursed Nazarene! Do nothing king [...]

Oh infernal majesty, condemn him to pit evermore

[...] Abhorred pretender of majesty».

Maledetto Nazareno! Re impotente [...]

O maestà infernali, condannatelo a scavare per sempre [...]

Aborrito pretendente della maestà.

 

- Da I Am One («Io sono uno»), degli Smashing Pumpkins: «I am one as you are three/ Try to find a messiah in your trinity/ Your city to burn» («Io sono uno mentre voi siete tre/ Cerca di trovare un messia nella tua trinità/ La tua città da bruciare»);

- Da God («Dio»), degli Smashing Pumpkins: «God is as helpless as me/ [...] Caught in the negatives»Dio è impotente come me/ [...] Intrappolato nelle negatività»);

- Da The Antichrist («L'Anticristo»), dall'album Decade of Aggression («Decennio di aggressione»; Def American 1991), degli Slayer:

 

«You've lost all control of my heart and soul [...]

Satan holds my future [...]

Watch it unfold [...]

I am the Antichrist [...]

It's what I was meant to be».

Tu hai perso ogni controllo sul mio cuore e sulla mia anima [...]

Satana possiede il mio futuro [...]

Guardalo mentre si rivela [...]

Io sono l'Anticristo [...]

Egli è ciò che io volevo essere.

 

- Da Potter's FieldIl campo del vasaio» 24), degli Anthrax: «Bastard son, your saving grace...» Figlio bastardo, la tua grazia salvifica...»);

Da Behead the ProphetDecapita il Profeta»), dei Deicide:

 

«Deny resurrection, behead the Nazarene Son [...]

Legion crush Jehovah, see through the faceless dog [...]

Execrate the revelation, master Satan rise»!

Nega la resurrezione, decapita il Figlio Nazareno [...]

Legioni schiacciate Jahwéh, guardate attraverso il cane senza faccia [...]

Esecrate la rivelazione, il maestro Satana ascende!

 

alanis morissette smashing pumpkins anthrax
Alanis Morissette Smashing Pumpkins Anthrax

 

- Da Looking Down at the Cross («Guardando giù dalla croce»), dei Megadeth: «Looking down the cross bleeding from the crown/ [...] Kill the king of the world to be» («Guardando giù dalla croce sanguinante dalla corona/ Uccidere il re del mondo che sarà»);

- Da No Believers («Non credenti»), dei Sacred Reich: «Your Savior Jesus was lost when he was nailed to the cross/ There is no truth to the Holy Cross» («Il vostro salvatore Gesù fu perduto quando lo inchiodarono alla croce/ Non c'è verità nella santa croce»);

- Da Hymn 43, dei Jethro Tull: «If Jesus save, well he'd better save himself» («Se Gesù salva, allora avrebbe fatto meglio a salvare sé stesso»);

- Da U.V. Ray («Raggio Ultra-violetto»), dei Jesus and Mary Chain: «Broken down Jesus with a taste for trash...»Gesù fallito con un gusto per la schifezza...»);

- Da The God That FailedIl Dio che ha fallito»), dei Metallica:

 

«I hear faith in your cries, broken is the promise

Betrayal the healing hand held back by the deepened nail [...]

Follow the God that failed [...]

Left you cold and him in grave».

Sento fede nei tuoi pianti, rotta è la promessa

Tradimento, la mano che risana trattenuta dal chiodo conficcato [...]

Seguite il Dio che ha fallito [...]

Ti ha lasciato freddo e lui è nella tomba.

 

- Da Bullet With Butterfly Wings («Pallottola con ali di farfalla»), degli Smashing Pumpkins:

 

«Tell me I'm the only one

Tell me there's no other one

Jesus was an only son

Tell me I'm the chosen one

Jesus was an only son for you [...]

And I still believe that I cannot be saved».

Dimmi che sono l'unico

Dimmi che non c'è nessun altro

Gesù era figlio unico

Dimmi che sono il prescelto

Gesù era figlio unico per te [...]

E io credo ancora di non poter essere salvato.

 

- Da Saints in Hell Santi all'inferno»), dei Judas Priest («Prete Giuda»):

 

«We are saints in Hell

We are saints in hell

We're going down

Into the fire

We're going down

Into the fire».

Siamo santi all'inferno

Siamo santi all'inferno

Stiamo andando giù

Nel fuoco

Stiamo andando giù

Nel fuoco.

 

- Da Faith Alone («La fede da sola»), dei Bad Religion («religione cattiva»):

 

«What the world needs now [...]

If your soul needs love

You can get consolated by pity

But faith alone won't sustain us anymore».

Ciò di cui ora il mondo ha bisogno [...]

Se la tua anima ha bisogno d'amore

Tu puoi trovare consolazione nel peccato

Ma la fede non può sostenerci in alcun modo.

 

- Da Salvation («Salvezza»), tratto dall'ellepì Torture Technique («Tecnica di tortura»), dei Sister Machine Gun: «I don't need your salvation/ [...] It don't mean nothing to me»Non ho bisogno della tua salvezza/ [...] Essa per me non significa nulla»);

- Da Such («Tale»), dei Nine Inch Nails: «I'll heal your wounds/ I’ll set you free/ I'm Jesus Christ on Ecstasy» («Io guarirò le tue ferite/ Ti renderò libero/ Sono Gesù Cristo in estasi»);

- Da Wish («Desiderio»), dei Nine Inch Nails:

 

«Wish there was something real

Wish there was something true [...]

I'm the one without a soul [...]

Twenty-six years on my way to hell».

Vorrei che ci fosse qualcosa di reale

Vorrei che ci fosse qualcosa di vero [...]

Sono quello senz'anima [...]

Ventisei anni sulla mia strada per l'inferno.

 

- Da The Reflecting God («Il Dio riflettente»), di Marilyn Manson:

 

«I went to God just to see, and I was looking at me [...]

Saw heaven and hell were lies [...]

There's no reason to live at all [...]

No salvation, no forgiveness».

Sono andato da Dio solo per vedere, e stavo osservando me stesso [...]

Ho visto che il paradiso e l'inferno erano bugie [...]

Non c'è nessuna ragione per vivere [...]

Niente salvezza, niente perdono.

 

L'11 dicembre 1996, il quindicenne Richard Kuntz si è suicidato sparandosi un colpo di pistola alla tempia. Il padre, Raymond Kuntz, ha raccontato che il ragazzo ha premuto il grilletto ascoltando la musica di Marilyn Manson. «Era un buon ragazzo», ha raccontato Kuntz. «Non c'era nessun sintomo. La musica non era sintomatica di altri problemi. Ciò significa che è stata la musica stessa a spingerlo a compiere quel gesto». Il padre ha poi riferito che la canzone preferita del figlio era The Reflecting God: «One shot and the world gets smaller/ [...] Let's jump upon the sharp swords and cut away our smiles/ [...] Without the threat of death, there's no reason to live at all/ [...] My world is unaffected, there is an exit here» («Uno sparo e il mondo diventa più piccolo/ [...] Saltiamo sulle spade affilate e tagliamo via i nostri sorrisi/ [...] Senza la minaccia della morte non c'è alcuna ragione per vivere/ [...] Il mio mondo non è condizionato, qui c'è un'uscita»);

 

- Da I Don't Love JesusIo non amo Gesù»), di Jimmy Buffett: «My head hurts/ My feet stink and I don’t love Jesus» («Mi fa male la testa/ I miei piedi puzzano e io non amo Gesù»);

- Da Go To Hell («Vado all'inferno»), dei Carcass:

 

«I've sold my soul, so when my body goes cold

I'll go straight to hell [...]

Go to hell [...]

The sins of the flesh sound so appealing

So let me wallow in my guilt [...]

Your hell will be my heaven [...]

So let's turn up the heat, let eternity begin [...]

Let's burn in the flames, yeah»!

Ho venduto la mia anima, quindi quando il mio corpo diventerà freddo

Me ne andrò dritto all'inferno [...]

Vado all'inferno [...]

I peccati della carne sembrano così attraenti

Così mi sono crogiolato nella colpa [...]

Il tuo inferno sarà il mio paradiso [...]

Quindi aumenta il calore, che l'eternità abbia inizio [...]

Bruciamo nelle fiamme, sì!

 

jimmy buffett carcass sacred reich
Jimmy Buffett Carcass Sacred Reich

 

- Da Bohemian Rapsody («Rapsodia boema»), dei Queen: «Beelzebub has a devil put aside for me, for me, for me...» («Beelzebub ha messo da parte un diavolo per me, per me, per me...»);

- Da Dear God («Caro Dio»), degli XTC: «The Father, the Son, and the Holy Ghost/ Is just somebody’s unholy hoax»Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo/ è solo l'empio imbroglio di qualcuno»);

- Da If You Want To Get To Heaven («Se vuoi andare in paradiso»), degli Ozark Mountain Daredevils: «If you want to get to heaven/ You gotta raise a little hell» («Se vuoi andare in paradiso/ Devi costruire un piccolo inferno»);

- Da Lake of Fire («Lago di fuoco»), dei Nirvana:

 

«Where do bad folks go when they die?[...] They don’t go to heaven where the angels fly [...]

They go down to the lake of fire and fry [...]

Won't see 'em again till the Fourth of July...».

Dove va la gente cattiva quando muore?

[...] Essi non vanno in paradiso dove gli angeli volano [...]

Essi finiscono giù nel lago di fuoco e friggono [...]

Non li vedrò di nuovo fino al quattro luglio.

 

- Da Santa Fe, di Jon Bon Jovi:

 

«I swear I’m gonna live forever

Tell my maker he can wait

I'm riding somewhere south of heaven

Heading back to Santa Fe

It's judgement day in Santa Fe [...]

Now I ain't getting into heaven

If the devil has his way

I swear I gonna live forever

Heading back to Santa Fe

Got debts to pay in Santa Fe

It's judgement day in Santa Fe».

Giuro che sto andando a vivere per sempre

Dì al mio Creatore che può aspettare

Sto andando da qualche parte a Sud del paradiso

Sto tornando verso Santa Fe

C'è il giorno del giudizio a Santa Fe [...]

Ora non sto andando in paradiso

Se il diavolo ha la sua strada

Giuro che vivrò per sempre

Ritornando a Santa Fe

Ho dei debiti da pagare a Santa Fe

C'è il giorno del giudizio a Santa Fe.

 

Deicidio
 

Nella sua track In Hell I Burn («Io brucio all'inferno»), tratta dal loro LP Legion («Legione» 25; Roadrunner 1992), il gruppo death metal Deicide, il cui nome significa «uccisione di Dio», canta la sua devozione al diavolo: «In Hell I burn, no questions remain/ In hell I burn for Satan» («Io brucio all'inferno, non c’è più niente da dire/ Io brucio all'inferno per Satana»). La loro canzone Oblivious To Evil («Immemore del male») descrive un sacrificio umano compiuto durante un rito satanico. Esso inizia con un invito ad unirsi a loro («Join us... join us...»), seguito da queste parole: «Sacrifice of the unborn child/ Enter the kingdom of darkness/ Sodomized for the ritua/ [...] Infernal majesty, take this dead offering» Il sacrificio di un bambino non ancora nato/ Entra il regno delle tenebre/ Sodomizzato per il rituale/ [...] Maestà infernale, accetta questa offerta morta»).

 

Il vocalist dei Deicide Glen Benton ha manifestato la sua totale dedizione a Satana facendosi marcare a fuoco una croce rovesciata sulla fronte! Di Glenton è questa dichiarazione: «Sento che sono la cosa più vicina a Lucifero su questo pianeta, e sento come se ciò fosse da sempre. Lucifero è il responsabile per come sono. Ho avuto molti segni nella mia vita, ma non biasimo Lucifero per le cose cattive. Io biasimo Dio. C'è dell'odio tra me e Dio» 26. Il gruppo Coven 27 canta nel brano Burn the Cross («Brucia la croce»):

 

«Son of God repent your sins

And pledge your soul to hell

Pray that Satan will forgive

Once your God has failed [...]

Your God is dead and now you die

Satan rules at last»!

Figlio di Dio pentiti dei tuoi peccati

E impegna la tua anima all'inferno

Prega che Satana ti perdoni

Un tempo il tuo Dio ha fallito [...]

Il tuo Dio è morto e ora morirai tu

Finalmente Satana comanda!

 

Per mostrare il loro odio ardente contro Gesù Cristo e bestemmiare la sua morte in croce, essi cantano in Christsycle: «If you're looking for a Saviour/ Then I've got the trick/ Christsycle/ Salvation on a stick» («Se tu stai cercando un Salvatore/ Allora io ho un trucco/ Christsycle/ La salvezza su di un bastone»). Il famoso gruppo Danzig, nella loro song Snakes of Christ («Serpenti di Cristo») dichiarano il loro livore contro Gesù Cristo. «Serpent Jesus, snakes of Christ/ Gonna build you a world of lies» Serpente Gesù, serpenti di Cristo/ State costruendo un mondo di bugie»).

 

All'interno dell’album, il leader della band Glenn Danzig, che indossa una croce satanica rovesciata, cita orgogliosamente un passo del Vangelo in cui Gesù Cristo rimprovera gli scribi e i farisei per la loro ostinazione nel rifiutare la Sua messianicità: «Voi avete per padre il diavolo e volete soddisfare i desideri del padre vostro» (Gv 8, 44). Una delle immagini che questo gruppo usa più spesso raffigura un demone mentre strangola Cristo, dai cui occhi sgorga sangue!
 

Satana vuole la tua anima!
 

Amico, i fatti fin qui riportati parlano chiaro: Satana è vivo e vegeto! Pensare anche solo per un secondo che questa musica sia accidentale o banale è assolutamente ridicolo. Dietro a tutti questi continui attacchi contro Gesù Cristo e alla glorificazione di Satana e dell'inferno c'è una mano malvagia che tutto dirige! Non è possibile spiegare in modo logico o razionale l'esistenza di simili testi. L'influenza satanica è scontata! In essi risuona un messaggio chiaro ripetuto fino alla nausea: Satana vuole che tu bruci con lui all'inferno!

 

mick jagger dei rolling stones


APPENDICE
ANTICRISTO AMERICANO

 

Fino a qualche tempo fa, nonostante le decine e decine di prove irrefutabili raccolte da diversi studiosi, c'era ancora chi caparbiamente negava un qualsiasi legame tra rock e satanismo. La comparsa sulle scene mondiali di un personaggio del calibro di Brian Warner, alias Marilyn Manson, dovrebbe zittire definitivamente questi ostinati. Egli, infatti, non solo non fà mistero della sua iniziazione alla Church of Satan, ma infarcisce i suoi testi di chiari riferimenti al mondo dell'occulto.

 

Lui stesso ammette di attingere per la composizione dei testi delle sue canzoni a fonti quali «la Cabala ebraica, la Numerologia, i Tarocchi» 28. Non è un caso, quindi, che nel brano Misery Machine («La macchina della sofferenza») Manson canti: «L'uomo sul davanti ha una smorfia sinistra/ corre lungo l'autostrada 666/ [...] Andremo all'abbazia di Thelema, all'abbazia di Thelema». Chi ha una certa dimestichezza con l'esoterismo sa perfettamente che l'«abbazia di Thelema», fu una specie di «comunità religiosa» fondata dal mago nero Aleister Crowley nel 1920 a Cefalù, presso Palermo, con lo scopo preciso di mettere in pratica i suoi insegnamenti di magia sessuale.

 

Quasi a voler attestare la sua adesione alla perversa dottrina crowleyana, nello stesso brano Manson afferma: «Do what I will» («Farò ciò che mi piace»), parafrasando Crowley, il cui motto magico era appunto «do what thou wilt» («fà ciò che ti piace»). Nella sua autobiografia, egli descrive la sua iniziazione alla negromanzia, ad opera del fratello di un suo coetaneo. Svegliandosi dopo una notte passata sotto l'effetto della marjiuana, dell'alcool ed evocando «per nome dozzine di antichi spiriti e demoni [...] perché uccidessero la gente», Manson conclude:

 

«Mi resi conto di avere imparato qualcosa dalla notte precedente: potevo usare la magia nera per cambiare la modesta condizione che la vita mi aveva dato in sorte, conquistando una posizione di potere che gli altri avrebbero invidiato e realizzando ciò che gli altri non potevano» 29.

 

Sempre nella stessa opera, parlando del leader satanista Anton LaVey, Manson asserisce:

 

«Lo ammiravo e rispettavo [...]. Entrambi avevamo dedicato la parte migliore della vita a far crollare la cristianità [...], un disgraziato mondo dominato da una razza di cretini» 30.

 

Da parte sua, nel corso di un colloquio, LaVey lo fece partecipe della sua filosofia tutt'altro che filantropica dicendogli «che un pidocchio ha più diritto di vita di un umano o che i disastri naturali sono un bene per l'umanità». Dopo di che gli disse: «”Voglio farti reverendo”, e mi diede una tessera rossa che attestava che ero ministro della Chiesa di Satana» 31. Non ha quindi affatto esagerato il giornalista Carlo Climati scrivendo che

 

«un certo tipo di musica può rappresentare un ponte tra i giovani e l'esoterismo nichilista. Sono gli stessi satanisti ad ammetterlo. Blanche Barton, esponente della Chiesa di Satana americana, ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto molte domande da parte di ragazzi cha hanno iniziato ad interessarsi al satanismo grazie alla musica e all'atteggiamento di Marilyn Manson”» 32.

 

marilyn manson

 

 

banner centro culturale san giorgio ccsg

 

Note

 

1 Traduzione dagli originali inglesi Rock Music: Devil's Advocate («Musica rock: l'avvocato del diavolo») e Rock Music Deception («L'imbroglio della musica rock») a cura di Paolo Baroni. Questi testi sono reperibili alle pagine web
http://www.av1611.org/rock.html
http//web.infoave.net/~tracymelody/devilrock5.html

2 Cfr. D. Gorni, «Noi colpivamo e la suora pregava», in Il Corriere della Sera, dell'8 settembre 2000, pag. 17.

3 Cfr. O. Pisciatelli, «A Satana bastavano 18 coltellate», in La Repubblica, dell'8 settembre 2000.

4 Cfr. A. Biglia, «Le assassine: “La suora doveva morire”», in Il Corriere della Sera, del 30 giugno 2000.

5 Cfr. O. Pisciatelli, art. cit.

6 Cfr. A. Bloom, The Closing of the American Mind («La chiusura della mente americana»), pag. 68.

7 Cfr. Rolling Stone, del 12 febbraio 1976.

8 Cfr. D.-S. Peters, What About Christian Rock («A proposito del rock cristiano»), pag. 17.

9 Cfr. Spin, agosto 1996, pag. 34.

10 Cfr. huH, ottobre 1996, pag. 34.

11 Ibid., pag. 37.

12 Cfr. Hit Parader, ottobre 1996, pag. 28.

13 Cfr. Rolling Stone, del 23 gennaio 1997, pag. 52.

14 Cfr. T. Strong, «Satanism Linked to Son Killing Mother and Himself» («Il satanismo collegato al caso del figlio che ha ucciso la madre e sé stesso»), in The Detrot News, del 13 gennaio 1988. Più tardi, la polizia scoprì che Tommy aveva fatto un patto con Satana per ottenere «il più grande di tutti i poteri magici» offrendo in cambio «l'uccisione di molti seguaci cristiani impegnati in ciò che credono» (cfr. J. Lilley, «Evil in the Land» [«Il male nella nazione»], in Moody Monthly, nº 7, 1989, pagg. 14-16).

15 Il nome del gruppo Acheron deriva da Acheronte, che, nella mitologia greca, era un fiume infernale dell'Ade, il regno dei morti.

16 Cfr. S. Davis, Led Zeppelin. Il martello degli dèi, Ed. Arcana, Padova 1995, pag. 116.

17 Ibid., pag. 180.

18 Ibid., pag. 179.

19 Ibid., pag. 139.

20 Ibid., pag. 99.

21 Cfr. Waco Tribune-Herald, del 28 febbraio 1982.

22 Cfr. Rock, aprile 1984, pag. 30.

23 Cfr. The Satanic Bible, Book of Satan 1, 10.

24 Il «campo del vasaio» è l'appezzamento di terra in cui Giuda si suicidò e che il Sinedrio degli ebrei acquistò con i trenta denari pattuiti per il tradimento di Gesù Cristo (Mt 27, 7).

25 Il titolo di questo brano proviene dal Vangelo. Avendo Gesù chiesto il nome ai demoni che possedevano un uomo, questi risposero: «Legione è il mio nome, perché siamo in molti» (Mc 5, 9).

26 Cfr. RIP, maggio 1995.

27 Nel gergo satanista, il coven, è il luogo di ritrovo segreto dove si svolge la messa nera.

28 Cfr. Marilyn Manson, Ed. Lo Vecchio, Genova 1998, pag. 10.

29 Cfr. M. Manson, La mia lunga strada dall'inferno, Ed. Sperling & Kupfer, Milano 1999, pagg. 48, 49.

30 Ibid., pagg. 164, 168.

31 Ibid., pagg. 170, 171.

32 Cfr. C. Climati, «Metti Satana nel walkman», in Avvenire, del 12 luglio 2000, pag. 23.
 

home page