titolo asserzioni sataniche di rockstars

ultima modifica: 24 marzo 2015

 

marilyn manson

Nella foto sopra, la rockstar Marilyn Manson che ha dichiarato:

«Se tutto va bene, verrò ricordato come la persona che pose fine al cristianesimo».

 

Questa pagina 1 raccoglie diverse dichiarazioni di famose stelle del rock che rivelano il loro pensiero a riguardo della loro musica, della loro fonte d'ispirazione, dei loro fans, della famiglia, della religione, ecc... Leggendole, possiamo renderci conto della loro filosofia di vita e dei velenosi modelli di comportamento che instillano nei loro ammiratori.

 

david bowie

David Bowie sbalordì tutto il mondo musicale quando affermò: «Il rock è sempre stato la musica del diavolo [...]. Credo che il rock sia pericoloso [...]. Sento che stiamo solamente annunciando qualcosa di più oscuro di noi stessi» 2.

 

peace sells... but who's buying? - megadeth

Nella canzone The Conjuring («L'evocazione»), dei Megadeth, dal loro LP Peace Sells... But Who's Buying? (Capitol Records 2004; «La pace vende... ma chi sta comprando?»), viene chiaramente espressa la vera missione del rock. Canta Dave Mustaine: «I am the devil's advocate a salesman, if you will... Come join me in my infernal depths. I've got your soul» Io sono l'avvocato del diavolo, il suo commesso, se vuoi... vieni con me nelle mie profondità infernali. Ho preso la tua anima»). E alla fine del brano i Megadeth cantano: «Obey»Ubbidisci»).

 

frank zappa

Il cantante rock Frank Zappa - che probabilmente scoprì la terribile verità sul demonio il 4 dicembre 1993, il giorno in cui morì - affermava orgogliosamente: «Sono l'avvocato del diavolo. Noi abbiamo le nostre adoratrici che vengono chiamate "groupies". Ragazze che offrono i loro corpi alle rockstars, come si offrirebbe un sacrificio ad un dio» 3.

 

kill 'em all - metallica

Il supergruppo Metallica, nella canzone Jump in the Fire («Salta nel fuoco»), dal loro album Kill 'Em All («Uccidili tutti»; Elektra/WEA 1983, invita i giovani a saltare nel fuoco dell'inferno: «Follow me now my child [...] O just as I say [...] Jump by your will or be taken by force/ I'll get you either way [...] So reach down grab my hand walk with me through the land/ Come home were you belong/ So come on jump in the fire» («Ora seguimi piccolo mio [...] O semplicemente come dico [...] Salta di tua volontà o verrai preso con la forza/ Ti avrò in entrambi i modi [...] Quindi prendimi per mano e cammina con me attraverso la terra/ Torna alla casa che ti appartiene/ Dunque vieni, salta nel fuoco»).

 

garage inc. - metallica

 Nella cover dei Diamond Head The Prince («Il Principe»), dal loro ellepì Garage Inc. (Elektra/WEA 1998), i Metallica cantano apertamente: «Angel from below [...] I wish to sell my soul [...] Devil take my soul/ With diamonds you repay/ I don't care for heaven/ So don't you look for me to cry/ And I will burn in Hell from the day I die»Angelo che vieni da laggiù [...] Desidero vendere la mia anima [...] Diavolo prendi la mia anima/ Tu ripaghi con diamanti/ Non gradirei il paradiso/ Quindi non cercare di farmi piangere/ E io brucerò all'inferno dal giorno in cui morirò»).

 

marilyn manson non salvato

La rockstar Marilyn Manson afferma orgogliosamente: «Se tutto va bene, verrò ricordato come la persona che pose fine al cristianesimo» 4. Manson, che è stato ordinato «reverendo» della californiana Church of Satan («Chiesa di Satana»), si mutila su palcoscenico, strappa la Bibbia e vomita bestemmie contro Gesù Cristo. Egli ebbe modo di affermare «Sono disgustato dalle persone che pensano che l'arte debba essere bella e piacevole da vedersi. L'arte può essere bella, ma allo stesso tempo può essere paurosa, grottesca e spaventosa. Ciò non la rende meno preziosa [...]. La gente che vorrebbe crocifiggermi per le mie cosiddette opinioni violente, dovrebbero sedersi e leggere la Bibbia. Dovrebbe esaminare le virtù delle meravigliose storie "cristiane" di malattia, di assassinio, di adulterio, di suicidio e di sacrificio di bambini. Confrontandole con le storie dell'Antico Testamento, sono sorpreso che essi non trovino le mie canzoni troppo familiari e non si sentano annoiati per i loro gusti» 5.

 

t-shirt marilyn manson

 Sulle magliette di Manson è scritto: «Kill God, kill your mom & dad, kill yourself» Uccidi Dio, uccidi tua madre e tuo padre, uccidi te stesso»), oppure «I love Satan»Io amo Satana»). Manson sostiene che il suo album Antichrist Superstar («Anticristo Superdivo»; Nothing 1996) gli sarebbe stato ispirato per via soprannaturale: «Sentii che questo album era come finito, lo sentii in sogno [...]. Fu come la rivelazione di San Giovanni Battista o qualcosa del genere» 6. La «speranza» di Manson per Antichrist Superstar: «Penso che ogni volta che la gente ascolterà questo nuovo album, forse Dio sarà distrutto nelle loro teste» 7. La «bestemmia» di Manson non è solo un atto. Manson ammette prontamente che c'è più molto di più dello show che soddisfa l'occhio: «Non so se qualcuno ha capito quello che stiamo tentando di fare realmente. Non si tratta unicamente di uno scossone ai valori [...]. Lo shock è lì solo per adescare le persone. Una volta che li abbiamo in pugno possiamo comunicare loro il nostro messaggio» 8. Manson ha ammesso che durante la sua infanzia ha ardentemente desiderato Satana: «Quando ero un bambino mia madre mi diceva: "Se dici le parolacce, durante la notte il diavolo verrà da te mentre stai dormendo". Io mi eccitavo perché volevo che la cosa accadesse realmente [...]. Lo volevo. Lo volevo più di qualsiasi altra cosa» 9.

 

stay hungry - twisted sister

I Twisted Sister cantano in Burn in Hell («Brucia all'inferno»), dal loro LP Stay Hungry («Rimani affamato»; Atlantic/WEA 1984): «Welcome to the abandoned land/ Come on in child, take my hand/ Here there's no work or play/ Only one bill to pay/ There's just five words to say/ As you go down, down, down/ You're gonna burn in hell/ You're gonna burn in hell»! («Benvenuto nella terra abbandonata/ Entra piccolo, prendimi per mano/ Qui non c'è nessun lavoro o gioco/ Solamente uno conto da pagare/ Ci sono solo cinque parole per dire/ Come tu vai giù, giù, giù/ Stai andando a bruciare all'inferno/ Stai andando a bruciare all'inferno»!).

 

bon jovi - new jersey

 Jon Bon Jovi canta in Homebound Train («Treno diretto a casa»), dal suo album New Jersey (Island/Mercury 1999): «When I was just a boy/ The devil took my hand/ Took me from my home/ He made me a man [...]/ I'm going down, down, down. down/ On the homebound train» («Quando ero solo un ragazzo/ Il diavolo mi prese per mano/ Mi portò via dalla mia casa/ Fece di me un uomo [...]/ Sto andando giù, giù, giù, giù/ Sul treno diretto a casa»). Intervistato dalla rivista Smash Hits, Bon Jovi ha dichiarato: «Per il rock ucciderei mia madre. Venderei la mia anima».

 

slayer

Uno dei gruppi più popolari del rock, gli Slayer, si definisce in uno dei suoi brani con queste parole: «Warriors from the gates of hell [...] In lord Satan we trust» («Guerrieri dai cancelli dell'inferno [...] Confidiamo nel signore Satana»). Gli Slayer hanno venduto milioni di dischi! E canzone dopo canzone essi lodano Satana! Dice il testo della loro track Hell Awaits («L'inferno attende»), dall'omonimo LP (Metal Blade 1985): «Jesus knows your soul cannot be saved/ Crucify the so called "Lord"/ He soon shall fall to me/ Your souls are damned, your God has fell/ To slave for me eternally/ Hell awaits»Gesù sa che la tua anima non può essere salvata/ Crocifiggi il cosìddetto "Signore"/ Egli precipiterà qui con me/ Le vostre anime sono dannate, il tuo Dio è caduto/ Sarai eternamente mio schiavo/ L'inferno attende»). All'inizio di questo brano c'è un lungo messaggio al contrario. Quando si ascolta normalmente non si capisce nulla, ma l'ascolto a rovescio rivela l'esistenza di una frase ben brecisa ripetuta infinite volte: «Join us, join us, join us, join us, join us...» («Unisciti a noi, unisciti a noi, unisciti a noi, unisciti a noi, unisciti a noi»), un chiaro invito ad entrare nelle file del satanismo.

 

rites of the black mass - acheron

Il gruppo Acheron ha inciso un album intitolato The Rites of the Black Mass («I riti della Messa Nera»). In questo LP è possibile ascoltare la voce di Peter H. Gilmore, sacerdote della Church of Satan, leggere il rito della Messa Nera, insieme agli Acheron, con ringhi infernali e dire: «Glory to thee almighty Satan [...] We praise thee, we bless thee, We adore thee [...] tou art Lord, thou alone, oh mighty Satan» («Gloria a te Satana onnipotente [...] Noi ti lodiamo, ti benediciamo [...] ti adoriamo [...] tu sei signore, tu solo, o possente Satana»).

 

hail to england - manowar

I Manowar cantano in The Bridge of Death («Il ponte della morte»), dal loro ellepì Hail to England («Ave o Inghilterra; Magic Circle Music 2005): «Dark Lord, I summon thee/ Demanding the sacred right to burn in hell [...] Take my lustful soul/ Drink my blood as I drink yours [...] Lucifer is king/ Praise Satan»! («Signore oscuro, io ti invoco/ Domandandoti il sacro diritto di bruciare all'inferno [...]/ Prendi la mia anima concupiscente/ Bevi il mio sangue come io bevo il tuo [...]/ Lucifero è re/ Loda Satana»).

 

morbid angel

Il gruppo Morbid Angel canta in Vengeance in Mine («La vendetta è mia»), dal suo album Covenant («Patto»; Giant Records/WEA 1993): «Mote it be, Satan's sword I have become [...]/ I burn with hate/ To ride the world of the Nazarene»! («Così sia, sono divenuto la spada di Satana [...] Brucio con odio/ Liberare il mondo dal Nazareno»!). E commettono l'ennesima empietà cantando in Blasphemy («Bestemmia»), dal loro LP Altars of Madness («Altari della follia»; Earache Records 2003): «Chant the blasphemy/ Mockery of the Messiah/ We curse the Holy ghost [...] Blaspheme the Ghost/ Blasphemy of the Holy Ghost» («Cantare la bestemmia/ Derisione del Messia/ Noi bestemmiamo lo Spirito Santo [...] Bestemmia lo Spirito/ Bestemmia dello Spirito Santo»). Trey Azagthoth, dei Morbid Angel, ha dichiarato di essere un vero vampiro, e mentre suona onstage si morde e beve il proprio sangue dalle ferite che si procura!

 

hotel california - eagles

Una delle canzoni di maggior successo degli anni '70 è stata certamente Hotel California degli Eagles, dall'omonimo album (Elektra/WEA 1976). La maggior parte di persone non è al corrente che questo brano si riferisce alla Church of Satan, che inizialmente era situata in un albergo convertito in abitazione al 6114 di California Street! Sull'interno della cover dell'album è possibile scorgere Anton Szandor LaVey (1930-1997), il fondatore della Church of Satan e autore della Satanic Bible, mentre sbircia da una finestra semi-nascosto da un lampadario. La gente dice che gli Eagles non fanno sul serio, e che lo fanno per vendere più dischi. Questo è ciò che si pensa! Il manager degli Eagles, Larry Solters, ha ammesso, in un'intervista rilasciata ad un quotidiano 10, che gli Eagles hanno rapporti con la Church of Satan! Non sorprendentevi, dunque, se una delle canzoni di questo gruppo è intitolata Have A Good Day in Hell («Buon giorno all'inferno»).

 

destroyer - kiss

Il Kiss saltano sul palcoscenico come demoni rock... vomitando sangue, respirando fuoco e gridando: «God of rock 'n roll, we'll steal your virgin soul» («Il dio del rock, ruberemo la tua anima verginale»). Nella loro canzone God of Thunder («Il dio del tuono»), dal loro ellepì Destroyer («Distruttore; Island/Mercury 1976), essi comandano ai giovani di inginocchiarsi davanti a Satana: «I'm the lord of the wasteland/ A modern day man of steel/ I gather darkness to please me and/ I command you to kneel/ Before the god of thunder/ The god of rock 'n roll/ The spell you're under/ Will slowly rob you of your virgin soul»! («Sono il signore della terra desolata, un moderno uomo d'acciaio/ Io raduno l'oscurità a mio piacimento e ti comando di inginocchiarti/ Davanti al dio di tuono, il dio del rock/ L'incantesimo che ti possiede/ Ti ruberà lentamente la tua anima verginale»!).

 

highway to hell - ac/dc

Gli AC/DC, uno dei gruppi rock più popolari, canta in Hell's Bells («Le campane dell'inferno»), dal loro album Back in Black («Indietro nel nero»; Sony 1980): «I got my bell/ I'm gonna take you to hell/ I'm gonna get ya/ Satan get ya/ Hells bells» («Ho la mia campana/ Ti porterò all'inferno/ Ti avrò sì/ Satana ti avrà sì/ Le campane dell'inferno»). Nel loro brano Highway to Hell («Autostrada per l'inferno»), dal loro album omonimo (Sony 1979) essi cantano: «Ain't nothing I would rather do/ Goin' down, party time/ My friends are gonna be there too [...] Hey Satan, paid my dues [...]/ I'm on the way to the promised land/ I'm on the Highway to hell» («Non c'è nient'altro che farei/ Andare giù, è tempo di festa/ Anche i miei amici saranno lì [...]/ Ehi Satana, ho pagato i miei debiti [...]/ Sono in viaggio per la terra promessa/ Sono sull'autostrada per l'inferno») 11. Angus Young, chitarrista degli AC/DC, ebbe modo di dire: «Qualcun altro sta governandomi. Sono presente, ma non partecipo attivamente. Quando sono sul palcoscenico vengo posseduto» 12.

 

suicidal tendencies

Nei loro brani, i Suicidal Tendencies glorificano l'auto-distruzione; a causa di ciò sono stati collegati a diversi suicidi di adolescenti. Nella track Possessed, dall'album Suicidal Tendencies (Frontier Records 1983), essi rivelano una realtà spaventosa: «I'm a prisoner of a demon/ I think my head's about to break/ It stays with me wherever I go/ I can't break away from its hold/ This must be my punishment for selling my soul» («Sono prigioniero di un demone/ Credo che la mia testa stia per cedere/ Sta con me ovunque io vada/ Non posso liberarmi dalla sua presa/ Dev'essere la punizione per aver venduto la mia anima»).

 

animals - pink floyd

I Pink Floyd cantano, nella canzone Sheep («Pecora»), dal loro LP Animals («Animali»; Capitol 1977): «The Lord is my shepherd, I shall not want [...] With bright knives he releaseth my soul. He maketh me to hang on hooks in high places [...] For lo, he hath great power and great hunger» («Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla/ Con luccicanti coltelli egli libera la mia anima. Egli mi appende su ganci in luoghi alti [...] Ed ecco, egli ha un grande potere e una grande fame») 13. Nel loro brano Lucifer Sam, dal loro album The Piper at the Gates of Dawn («Il pifferaio ai cancelli dell'alba»; Capitol 1967) essi cantano: «Lucifer Sam [...] Always sitting by your side/ Always by your side»Lucifero Sam [...] Seduto sempre dalla tua parte/ Sempre dalla tua parte»).

 

La canzone Sympathy for the Devil («Comprensione per il diavolo»), dall'ellepì Beggars Banquet («Il banchetto dei mendicanti»; Abkco 1968), dei Rolling Stones, è divenuta l'inno ufficiale della Church of Satan. In essa, Lucifero parla in prima persona e chiede comprensione a tutti quelli che lo incontrano. Il cantante Mick Jagger ha affermato che Anton LaVey li ha aiutati, inspirando la loro musica. Il loro album Their Satanic Majesties Request («Su richiesta delle loro maestà sataniche»; Abkco 1967), attesta senza dubbio la loro fedeltà alla causa satanica. Keith Richards, chitarrista degli Stones, forse riferendosi proprio a Lavey affermò: «Ci sono dei maghi neri che pensano che stiamo comportandoci come agenti segreti di Lucifero» 14.

 

venom

Il gruppo Venom rivela la vera ragione della propria musica cantando: «We're not here to entertain you [...]/ I preach the ways of Satan/ Answer to his calls»! («Non siamo qui per intrattenerti [...]/ Io predico le vie di Satana/ Rispondi alle sue chiamate»!). Nel loro brano canzone Possessed («Posseduto»)dal loro omonimo LP (Castle Music 1985), essi cantano: «I am possessed by all that is evil/ The death of your God, I demand [...] And sit at Satan's left hand» («Sono posseduto da tutto ciò che è male/ La morte del tuo Dio, io chiedo [...]/ E siedo nella mano sinistra di Satana»).

 

banner centro culturale san giorgio

 

Note

 

1 Traduzione a cura di Paolo Baroni dell'articolo originale inglese Satanic Quotes by Musicians, reperibile alla pagina web
http://www.jesus-is-savior.com/Evils in America/Rock-n-Roll/satanic_quotes.htm

2 Cfr. Rolling Stone, del 12 febbraio 1976.

3 Cfr. D.-S.Peters, What About Christian Rock? («Che ne pensi del rock cristiano»?), Bethany House, 1986, pag. 17.

4 Cfr. Spin, agosto 1996, pag. 34.

5 Cfr. Intervista rilasciata nel maggio del 2003 al NY Rock, in occasione dell'uscita del nuovo CD di Manson The Golden Age of Grotesque.

6 Cfr. huH, ottobre 1996, pag. 34.

7 Ibid., pag. 37.

8 Cfr. Hit Parader, ottobre 1996, pag. 28.

9 Cfr. Rolling Stone, del 23 gennaio 1997, pag. 52.

10 Cfr. Waco Tribune-Herald, del 28 febbraio 1982.

11 Bon Scott, il cantante degli AC/DC in Highway to Hell, non visse abbastanza da vedere il suo trentaquattresimo compleanno. Morì a Londra il 19 febbraio 1980, per asfissia, soffocato dal proprio vomito dopo una notte di eccessi; si disse che avesse bevuto sette Jack Daniel's doppi. Fu ritrovato sul sedile posteriore di un auto, là dove era stato lasciato da un suo amico a riprendersi dalla notte precedente.

12 Cfr. Hit Parader, 1985.

13 Trattasi di una versione blasfema del Salmo 22 in cui Dio viene presentato come un macellaio.

14 Cfr. Rolling Stone, del 19 agosto 1971.

 

home page