titolo la generazione anti-cristo: musica pop blasfema

di BeginningAndEnd 1

 

postato: 25 febbraio 2015

 

tyler the creator - goblin

Sopra: la cover dell'album Goblin (XL 2011), di Tyler the Creator.

Notate la croce rovesciata sulla fronte del rapper.

 

 

Premessa

 

Per molti anni, in passato, poiché diversi autori hanno esposto nelle loro opere o sui loro siti in Internet un crescente numero di musicisti che faceva uso di simboli satanici, di testi e di pratiche apparentemente connessi al satanismo, c'è stato un forte dibattito a riguardo dell'attendibilità di queste accuse. Si diceva: «Se in certi video appaiono dei simboli massonici, non vuol dire necessariamente che quell'artista sia legato all'occulto». Non è così?

 

Bene, i tempi in cui si doveva faticare per decifrare determinati fregi o cercare significati nascosti nei testi sono passati: la nuova generazione dell'hip hop e le odierne rockstar bestemmiano apertamente Gesù Cristo e il cristianesimo, e difendono l'occulto senza farsi problemi per eventuali critiche. Il fatto più clamoroso è stato il brano Judas di Lady Gaga, e il relativo video, un'ode aperta alla bestemmia contro il Redentore. Ma ora è apparsa una nuova generazione di artisti più giovani che cantano orgogliosamente la loro mancanza di rispetto per il cristianesimo e appoggiano apertamente Satana.

 

lady gaga - judas

Lady Gaga in moto con un Gesù coronato di spine nel video Judas (2011).

 

Lil B

 

Il rapper statunitense Lil B (Brandon McCartney) è l'autore di Look Like Jesus (2010), un brano di successo pieno di parole irriverenti verso Cristo, in cui si parla di relazioni sessuali con donne e si bestemmia ripetutamente il nome di Gesù. Il video di questo pezzo è stato girato in una chiesa. Esso ha ricevuto il plauso dei media che ne hanno parlato estesamente per come si era spinto così lontano nella profanazione di un luogo sacro.

 

lil b - look like jesus

Il rapper Lil B in un'immagine estratta dal video Look Like Jesus

davanti alle statue della Sacra Famiglia.

 

Inoltre, Lil B si è affibbiato il soprannome di «The Based God»Il Dio fondato»). Nel 2011, nel corso di un'intervista egli ha detto di questo nomignolo: «La musica saggia che faccio mi fà sentire la mia condizione di profeta e di Dio [...]. Cercavo solamente di dire il mio punto di vista ed essere una piccola puttana al centro dell'attenzione».

 

lil b - lord

Convintosi della sua divinità, Lil B si è fatto tatuare sul petto la parola «Lord» («Signore»).

 

Molti dei suoi testi sono abbietti e violenti, e abbracciano uno stile di vita disordinato. Nel brano I'm the Devil Io sono il diavolo»), Lil B parla anche della possessione demoniaca:

 

Welcome to hell, I’m the Devil, I've taken over Lil B's soul
I'm burning everyday, my soul there's nothing left

Everything I say is contrary to belief
Instead of saying something deep, my speech is rap poison
I choose rape cuz I can't stop the bad voices.
 

Benvenuto all'inferno, sono il diavolo, ho catturato l'anima di Lil B

Sto bruciando tutti i giorni, della mia anima non è rimasto nulla

Tutto ciò che dico è il contrario di ciò che credo

Invece di dire qualcosa di profondo, il mio discorso è veleno rap

Scelgo lo stupro perché non posso fermare le voci cattive.

 

Angels Exodus (Amalgam Digital 2011), un album di Lil B, ha in copertina l'alter ego di Lil B, «The Based God», raffigurato come se fosse Gesù crocifisso.

 

lil b - angels exodus

Sopra: la cover di Angels Exodus. In basso è visibile questa scritta:

«Il Dio basato non morirà mai perchè lui è la gente».

 

Notate che l'immagine include biancheria intima femminile appesa sulla croce. L'album è intitolato «Esodo degli angeli», che è precisamente ciò che è successo quando un terzo degli angeli capeggiati da Lucifero si sono ribellati contro Dio (Ap 12, 3-4).

 

angeli ribelli

«Allora apparve un altro segno nel cielo: un enorme drago rosso [...];

la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo e le precipitava sulla terra».

 

Sotto, la cover dell'album Lil B intitolato Illusion of Grandeur (2011):

 

lil b - illusion of grandeur

 

Apparentemente non si vede nulla di strano, ma se ci si avvicina all'abito del personaggio in copertina si scopra la presenza multipla dell'Occhio onniveggente che sormonta la Piramide, un simbolo massonico presente sulle banconote da un dollaro.

 


Non solo Lil B ha un nutrito seguito di fans fanatici, ma spesso molti uomini durante i concerti «offrono» al rapper le loro fidanzate o le loro mogli, come se fosse un idolo da adorare. Anche alcuni tra i più popolari presentatori di show hip hop sono rimasti sbalorditi dal trattamento riservato a Lil B dai suoi fans:

 

«Il concerto di Lil B mi ha lasciato stupito per il rapporto che c'è tra lui e il pubblico. É stata come un'adunata semi-religiosa di superfans, etnicamente diversificata che, ad un certo punto, ha salmodiato spontaneamente, rapidamente e all'unisono: "Grazie-Dio-Fondato. Grazie-Dio-Fondato. Grazie-Dio-Fondato» 2.

 

Tyler the Creator (Odd Future)

 

Forse, il più potenzialmente riuscito di queste nascenti popstar, molto gradito ai media, è Tyler the Creator (Tyler Gregory Okonma), del gruppo Odd Future Wolf Gang Kill Them All. Anche lui, come Lil B, pensa di essere il «creatore». Il suo album Goblin, che, come abbiamo visto, sulla cover ospita una sua fotografia con una croce rovesciata sulla fronte, è pieno di testi irrispettosi verso Cristo, che raccontano nei dettagli le sue fantasie sessuali, come quella di aggredire donne, e che contengono frasi pseudo-spaventose tipo «murder murder» che il moderno hip hop sforna ormai da anni. Ecco alcuni dei commenti dei critici musicali su Tyler:
 

«Preternaturalmente d'ingegno, onesto, arguto, intelligente, simultaneamente poetico e colloquiale, questo rapper di Los Angeles, fondatore del gruppo "Odd Future", con il suo album d'esordio, "Goblin", possiede un flusso curioso, sicuro e magnetico» 3.

 

The Souce, la più prestigiosa famosa rivista statunitense di hip hop, ha definito Tyler il rapper «più brillante e talentuoso del 2011». Una campionatura dei testi di Tyler e degli Odd Future mette in mostra la loro chiassosa promozione del male e la loro mancanza totale di rispetto per la fede cristiana:

 

- Stupro

- Nel brano She:

One, two, you’re the girl that I want
Three, four, five, six, seven, shit
Eight is the bullets if you say no after all this.
Uno, due, tu sei la ragazza che voglio
Tre, quattro, cinque, sei, sette, merda
Otto sono i proiettili se mi dici di no dopo tutto questo.

 

- Nel brano AssMilk:

 

I'm the type to put you down and bring myself up
So when I rape a bitch I hold her down and get my best nut.

Sono il tipo da umiliarti e da esaltarmi

Così quando stupro una puttana la tengo giù ed eiaculo.

 

- Nel brano Seven:

 

We go skate, rape sluts, and eat donuts from Randy’s.
Andiamo a pattinare, a stuprare puttane, e a mangiare ciambelle da Randy's.

 

In altri suoi pezzi, si parla anche di stuprare donne incinte...

 

- Necrofilia

- Nel brano She:

 

I just wanna drag your lifeless body to the forest
And fornicate with it but that's because I’m in love with.
Voglio solamente trascinare il tuo corpo senza vita nella foresta
E fornicare con esso
perché ne sono innamorato.

 

 

- Bestemmia e satanismo

- Nel brano French:

 

I'm opening a church to sell coke. Sto aprendo una chiesa per vendere Coca-Cola.

 

- Nel brano Bastard:

 

This meeting just begun, nigga, I'm Satan's son.

Questo incontro è appena iniziato, negro, sono il figlio di Satana.

 

- Nel brano Sandwitches:

 

God is the cancer [...]
Wolf Gang, triple six crew
[...]
Uh, fuck church, they singing and the shit ain’t even worth it
In the choir, whores and liars, scumbags and the dirt
[...]
Triple six is my number, you can get it off my Tumblr.
Dio è il cancro [...]
Wolf Gang, banda del triplo sei [...]
Uh, si fotta la chiesa, essi cantano e la merda non ha proprio alcun valore
Nel coro, le puttane e i bugiardi, i pezzi di merda e l'immondizia [...]
Il triplo sei è il mio numero, non puoi eliminarlo dal mio profilo Tumblr.

 

- Nel brano Cult Shit:

 

But when I fucking go, Lucifer will probably have my soul. Ma quando me ne andrò, probabilmente Lucifero avrà la mia anima.

 

 - Nel brano Yonkers:

 

Jesus called, he said he’s sick of the disses. Gesù ha chiamato, ha detto che è stanco di affronti.

 

Sì, «sono solo parole» direte voi, ma questo rapper e il suo gruppo sembrano avere una certa affinità con l'immaginario e con il sarcasmo anti-cristiano. Essi fanno anche diversi riferimenti al 666, il numero dell'Anticristo citato nella Sacra Scrittura (Ap 13, 18), e stanno rendendo la bestemmia aperta contro Gesù Cristo una cosa normale e accettabile. Ciò che per la società di oggi è scioccante diverrà accettabile e alla moda per la società di domani. Quindi, nelle menti di milioni di giovani, di bambini e di adulti che ascoltano questa musica, presto la bestemmia non sarà più un problema perché si tratterà solamente «di arte» o perché il cantante «sta scherzando» o «cerca di far riflettere la gente». Ecco Tyler e il rapper Pharrell in azione con un graffito:

 

tyler the creator - 666

 

L'«arte» parla da sé stessa. La croce invertita è un simbolo satanico, e il 666 è un riferimento esplicito al numero della Bestia, il falso messia al quale Satana conferirà grandi poteri. Artisti come questi stanno tentando di rimuovere dalle coscienze ogni freno verso la mancanza di rispetto per la fede cristiana e stanno trasformando questo atteggiamento in una forma di divertimento. Grazie all'esagerata cassa di risonanza fornita dai media a questi super-divi, presto i loro fans seguiranno queste mode e abbracceranno questi comportamenti blasfemi senza nemmeno rendersene conto.

 

tyler the creator - civetta

Tyler the Creator con una civetta, un altro simbolo degli Illuminati.

 

La difesa di Tyler

 

Tyler si è difeso da queste accuse affermando di essere ateo o asserendo che le persone che sono rimaste turbate dagli elementi satanici presenti nella sua musica e nei suoi video non lo hanno capito. Come molti artisti, Tyler nega ogni forma di affiliazione al satanismo. Tuttavia, molti musicisti - specialmente i rapper - stanno proponendo ai loro fans dei modelli. E ciò provoca una certa adesione alle loro asserzioni rilasciate nel corso di interviste. É interessante il fatto che nessuno dei testi di Tyler contenga offese ad Allàh, a Maometto o alla fede musulmana. Infatti, tutti di questi artisti «taglienti» sembrano evitare accuratamente qualsiasi genere di asserzione anti-islamica.

 

Possessione diabolica

 

Nel video della sua canzone di successo Yonkers, Tyler the Creator usa un immaginario preso in prestito dalla possessione demoniaca. É interessante che egli usi lenti a contatto che fanno apparire i suoi occhi completamente neri. Come ha sottolineato giustamente un blogspot 4, buona parte del video è ispirata al film del 2005 The Exorcism of Emily Rose, una pellicola basata su una storia vera di una giovane posseduta che è morta durante un esorcismo.

 

emily rose - tyler the creator

Due fotogrammi estratti dal film The Exorcism of Emily Rose:
le grandi pupille nere stanno ad indicare che la ragazza è posseduta.

 

tyler the creator - emily rose

Nel video Yonkers, Tyler ha grandi pupille nere come Emily Rose.

 

emily rose mangia uno scarafaggio

In una sequenza del film, la giovane posseduta dice «dacci

oggi il nostro pane quotidiano» e divora uno scarafaggio.

 

tyler the creator - posseduto

Nel video Yonkers, Tyler the Creator mangia uno scarafaggio.

 

Earl Sweatshirt

 

Un altro membro degli Odd Future è Earl Sweatshirt. Questo diciassettenne è stato acclamato come un prodigio musicale, anche se pure lui nei suoi testi parla di satanismo e di possessione. Nel suo brano Moonlight, Earl rappa:

 

Started thinking about a normal life, it got me suicidal
Standing in the kitchen with a noose and a rifle
Hang or bang hockin' lugees in a bible
Dancing with the Devil tonight's our first recital
His hands on my hips he take control of my movement
A couple of minutes pass and I don't know what I’m doin'
Just dance to the music so nobody will laugh at me
But the fucking voices in my head keep asking me
Have you ever danced with the devil in the pale moonlight?

Ho iniziato a pensare ad una vita normale, e mi sono trovato suicida
Stando in piedi in cucina con un cappio e un fucile
Appendermi o spararmi espettorando in una Bibbia

Ballando con il diavolo, stanotte è il nostro primo recital
Le sue mani sulle mie anche, egli prende il controllo del mio movimento
Passano un paio di minuti e non so cosa sto facendo
Ballo solo seguendo la musica così nessuno riderà di me
Ma le fottute voci nella mia testa continuano a chiedermi
Hai mai ballato col diavolo al pallido chiarore della Luna?

 

earl sweatshirt

Il rapper Earl Sweatshirt.

 

Pur essendo un gruppo che afferma di non praticare nessuna religione e di non avere alcuna affiliazione spirituale, i riferimenti satanici e occultistici sembrano abbondare. Earl dice di espettorare «in una Bibbia», ossia di sputare sulla Paola di Dio. Se questi rapper non sono interessati a questioni spirituali, perché mai Satana continua ad essere menzionato nei loro testi? Perché attaccano senza sosta il cristianesimo? Sembra che il mondo venga preparato ad accettare e ad applaudire questo tipo di comportamento che un giorno il futuro Anticristo manifesterà al mondo intero. E già oggi noi possiamo vedere i fans ansiosi di «adorare» questi artisti blasfemi.

 

Il ritorno di Aleister Crowley

 

aleister crowleyOccultista, professionista della magia nera e ardente nemico del cristianesimo, Aleister Crowley (1875-1947) è stato uno dei satanisti più celebri del XX secolo. Oltre a difendere il consumo di droghe, la magia sessuale e la pedofilia, egli chiamò sé stesso «La Grande Bestia 666» e venne definito dalla stampa del tempo «l'uomo più malvagio del mondo». Egli ha esercitato un'influenza notevole sulla scena musicale rock, e in particolare su gruppi come i Led Zeppelin e i Doors, che gli hanno reso omaggio sposando la sua filosofia nella loro musica e nelle loro vite individuali. Fight the Good Fight Ministries ha fatto un lavoro eccellente che illustra questo aspetto nel suo documentario in DVD They Sold Their Souls for Rock'n'Roll. Parlando del cristianesimo, Crowley affermò: «Quella religione che essi chiamano cristianesimo, quel diavolo che onorano e che chiamano Dio. Io accetto queste definizioni, come deve fare un poeta, se dev'essere del tutto intelligibile alla sua età [...]. è il loro Dio e la loro religione che odio e voglio distruggere» 5. Dopo aver influenzato per decenni la scena rock, sembra che ora Crowley sia divenuto una figura di riferimento anche per il pop, per il rap e per l'hip hop. Sotto, Tyler indossa una t-shirt con il volto del famoso satanista.

 

tyler the creator - aleister crowley
 

Anche altre giovani popstar stanno saltando sul carro della banda di Crowley. Sotto, Taylor Momsen, una delle star dello show televisivo Gossip Girl, e la cantante della una rock band Pretty Reckless, indossa anch'essa una maglietta con il volto di Crowley.

 

taylor momsen - aleister crowley

 

Anche Kevin Jonas, dei Jonas Brothers, (che, come la Momsen, sono usciti dal mondo Disney), indossa una maglietta con il volto del mago britannico.

 

kevin jonas - aleister crowley

 

Conclusione

 

Sembra che queste ultime generazioni di star dell'hip hop e del pop siano determinate a spingere ancora più avanti il messaggio di ribellione contro Dio. Quello che un tempo veniva comunicato in modo «subliminale» o sottile, ora viene trasmesso in maniera diretta, bestemmiando apertamente contro Nostro Signore Gesù Cristo. Tutti questi artisti stanno esercitando un'influenza satanica su milioni di ascoltatori, allontanando sempre più la cultura occidentale dalla religione cristiana ed esaltando la lussuria e i vizi.

 

I giovani fans, privi di alcun genere di discernimento, non riescono a capire ciò che sta accadendo, anche quando questa immondizia viene loro gettata in faccia. Lo stesso sembra succedere a quei genitori che permettono ai loro figli di ascoltare una musica che glorifica in maniera dettagliata la violenza, il male e l'abuso sessuale. Dunque, dobbiamo al più presto prendere coscienza del fatto che l'industria musicale è divenuta un potente strumento per allontanare le persone da Dio e dai valori della cultura cristiana.

 

tyler the creator - croce rovesciata

Sopra: Tyler the Creator si esibisce dal vivo con un passamontagna

su cui è stata  disegnata una croce rovesciata.


banner centro culturale san giorgio

 

Note

 

1 Traduzione dell'originale inglese Anti-Christ Generation: Tyler the Creator Leads Pop Music's Open Blasphemy, a cura di Paolo Baroni. Scritto reperibile alla pagina web

http://beginningandend.com/antichrist-generation-tyler-creator-leads-pop-musics-open-blasphemy/

2 http://www.missinfo.tv/index.php/thank-you-based-god-lil-b-preaches-to-his-congregation-in-nyc-fans-offer-up-their-girlfriends/

3 http://latimesblogs.latimes.com/music_blog/2011/05/album-review-tyler-the-creators-goblin.html

4 http://justifytheory.blogspot.it/2011/05/odd-future-rise-of-satanic-blatancy.html

5 Cfr. A. Crowley, The World's Tragedy («La tragedia del mondo»), pag. xxx.

 

home page