titolo la strana cover di mob rules

 

postato: 23 novembre 2013

ultima modifica: 6 dicembre 2013

 

 Mob Rules è il decimo album in studio della band heavy metal britannica dei Black Sabbath, uscito nel novembre del 1981 per l'etichetta Vertigo.

 

 
black sabbath - 1981 mob rules - black sabbath
I Black Sabbath nel 1981 Mob Rules

 

 

La cover di questa album è stata realizzata nel 1971 (secondo alcuni nel 1974) - ossia diversi anni prima dell'uscita dell'album - da Greg Hildebrandt, un disegnatore specializzato in soggetti fantascientifici, che l'aveva intitolato Dream 1: Crucifiers («Sogno 1: i crocifissori»).

 

 
greg hildebrandt dream 1: crucifiers - greg hildebrandt
Greg Hildebrandt Dream 1: Crucifiers

 

In questo inquietante disegno appaiono alcuni individui dal volto coperto che circondano una sorta di dipinto insanguinato... Per ammissione dell'Autore (un suo incubo ricorrente), la strana impalcatura al centro del disegno sarebbe uno strumento di tortura e quella specie di tela la pelle di una persona scuoiata viva 1. Dopo averne acquistata la licenza, i Black Sabbath inserirono il nome del gruppo e il titolo dell'album a mo' di graffito sul muro che appare nello fondo e alterarono il disegno originale cambiando un paio di particolari... Vediamoli:

 

 

mob rules - gancio croce

 

Il gancio che appare sulla sinistra della struttura lignea è stato sostituito con una croce... Che strano! Perché questo cambiamento?

 

mob rules - tela e volto satanico

mob rules - diavolo

 

La macchia di sangue al centro della tela ha assunto la forma di un volto di diavolo! 2. L'idea di una tela contenente un volto formato dal sangue non può non richiamare alla mente la Sindone di Torino, il sudario funebre di Cristo su cui è rimasto impressa la figura di un uomo ucciso mediante crocifissione.

 

mob rules - sindone di torino

E infatti, lo stesso Geezer Butler, bassista del gruppo, ha confermato che la copertina di Mob Rules è un'inversione satanica della Sindone di Torino 3. D'altronde, la somiglianza tra le due immagini è stata riconosciuta da altri osservatori. Ecco, ad esempio, cosa riportava a riguardo il giornale statunitense Sarasota Herald-Tribune, del 10 marzo 1985: «L'artista che ha disegnato la copertina di "Mob Rules" dei Black Sabbath ha sostituito il volto di Cristo con quello di Satana sulla Sindone di Torino» (vedi sotto originale) 4.

 

 

Del resto, i titoli di alcuni brani contenuti in questo album confermano l'orientamento satanico di questa storica band: Voodoo (in cui il diavolo parla in prima persona), The Sign of the Southern Cross 5, e il brano strumentale E5150! Per chi non lo sapesse, il titolo di questa traccia - E5150 - sarebbe una trasposizione in numeri romani della parola EvilMale» in inglese), dove 5=V 1=I 50=L.

 

e5150 - evil - male

 

Nel corso di un'intervista, Ronnie James Dio (1942-2010), subentrato nel 1979 ad Ozzy Osbourne, disse che il titolo di quel pezzo fu un'idea di Geezer per inserire la parola «evil» in forma di numero 6.

 

ronnie james dio

 

Se fosse vero che il satanismo dei Black Sabbath è sempre stato solamente una facciata di natura coreografica, come spiegare i cambiamenti diabolici subdolamente inseriti in questa copertina? 7.


banner centro culturale san giorgio

 

Note

 

1 http://www.hildebrandt-art.com/art/greg/dream.htm

2 http://heavyrocktheplaylist.blogspot.it/2011/05/black-sabbath-30-years-since-release-of.html

3 http://www.oocities.org/sabbathgirl1961a/blacksabbathfaqs/blacksabbathfaq5.html

4 In Odin's Court, un brano incluso nell'album Tyr (1990), cantano i Black Sabbath: «As you walk alone the night surrounds you like a shroud», ossia «Mentre cammini da solo la notte ti avvolge come un sudario». Sarà un caso? Forse...

5 Per i satanisti americani, la Southern Cross è la croce rovesciata in cui il Sud rappresenta l'inferno.

6 http://www.dio.net/faq/e5150.html

7 Molti fans sostengono che in questa cover sarebbe stata inserita nella pavimentazione anche la scritta «Kill Ozzy» («Uccidi Ozzy»). Ciò è impossibile dato che il disegno è stato realizzato da Hildebrandt al più tardi nel 1974, ossia cinque anni prima che Osbourne fosse allontanato dal gruppo.

 

home page