titolo il video who's that chick?

di R. C.

 

postato: 3 giugno 2015

 

rihanna guetta - who's that chick?

 

 

David Guetta (Parigi, 1967), dj e produttore discografico francese, è uno dei nomi di maggior successo nell'ambito dell'elettro-dance pop degli ultimi anni. Nel 2010, in occasione della ristampa del suo secondo album (One Love), fece uscire un singolo promozionale dal titolo Who's That Chick? (Virgin).

 

david guetta - rihanna

David Guetta e Rihanna.

 

Del brano, cantato da Rihanna, vennero realizzati due videoclip, con le stesse coreografie, ma con colori e costumi molto differenti: una «day version» e un'antitetica «night version».

 

day version - night version who's that chick?

Sopra: a sinistra la «day version» e a destra la «night version».

 

Esiste pure una terza versione, con i due filmati affiancati, in cui però si notano alcune piccole varianti rispetto ai precedenti. Come accade sempre più spesso da qualche anno a questa parte, anche nel videoclip di questo brano (la «night version» per essere precisi) sono presenti molti riferimenti più o meno espliciti all'occultismo. Anche se le immagini sono piuttosto incalzanti, l'analisi di alcuni fotogrammi può far notare particolari che possono sfuggire a prima vista 1. La scena è ambientata all'interno di una vecchia astronave, nella quale vediamo David Guetta operare alla consolle e Rihanna cantare e danzare, accompagnata da altri ballerini. All'inizio, dopo circa 16", vediamo un monitor con la scritta «HELL», cioè «inferno». (nella «day version» invece appare la parola «HEAVEN», ossia «paradiso»).

 

who's that chick - hell - heaven

 

Dopo circa 54", al centro dell'immagine fa capolino una Stella a cinque punte inscritta in un cerchio, con la punta rivolta verso il basso, che ingrandendosi apre la scena successiva. Come è noto, questo è uno dei simboli più usati dai satanisti, il Pentacolo rovesciato.

 

rihanna - pentacolo rovesciato

 

Dopo 01:23 vediamo un primo piano del volto di Rihanna, i cui occhi sono diventati quelli di un serpente.

 

rihanna - occhi di serpente

 

A questo punto (01:39) sullo sfondo compare una scenografia a scacchi bianchi e neri. In ambito esoterico, la scacchiera simboleggia il concetto gnostico di unione degli opposti (bene-male, luce-ombra, ecc...), tanto che viene abitualmente riprodotto nel pavimento del tempio massonico.

 

 

pavimento a scacchiera in loggia

Pavimento a scacchiera nella Loggia massonica.

 

Vedremo meglio alla fine qual è la filosofia sottostante a questo principio. Nel frattempo facciamo notare la presenza di altri due elementi che ricordano la simbologia massonico-iniziatica. Si tratta del soffitto, che guarda caso ha la forma di un gigantesco occhio.

 

occhio nel soffitto - who's that chick?

 

occhio che tutto vede

Occhio «che tutto vede».

 

E dei ballerini, che formano una Piramide umana al cui vertice si posiziona Rihanna.

 

rihanna al vertice della piramide

 

Si tratta di simboli ormai piuttosto frequenti in molti videoclip. In ambito massonico, l'Occhio «che tutto vede» rappresenta la divinità massonica, ossia il Grande Architetto dell'Universo (G\A\D\U\), in altre parole Lucifero. La Piramide (spesso raffigurata con il vertice illuminato) è un simbolo molto utilizzato in vari ambiti esoterici, oltre ad essere considerata una sorta di catalizzatore di energia da molti occultisti. Quando è sormontata dall'Occhio onniveggente, viene associata alla famigerata sètta massonica degli Illuminati, il gruppo di potere finanziario che mira alla costruzione del Nuovo Ordine Mondiale.

 

 

Ma dopo 02:08, le cose diventano ancora più esplicite: adesso vediamo delle scarpe gettate alla rinfusa sul pavimento accanto ad una croce rovesciata, che, come è noto, per i satanisti rappresenta l'opposizione totale a Gesù Cristo.

 

who's that chick - croce rovesciata

 

Si passa velocemente alla scena successiva attraverso un altra croce rovesciata (nella «day version» i crocifissi sono nella posizione normale).

 

rihanna - croce rovesciata - croce dritta

 

E verso la fine (03:28), dalla bocca di Rihanna spunta una lunga e sottile lingua biforcuta, dopo che in precedenza (03:08 e 03:24) in un paio di brevi flash erano ricomparsi gli occhi di serpente.

 

rihanna - lingua di serpente

 

Alla fine è evidente che gli elementi ricollegabili all'occultismo sono un po' troppi per essere causali: il Pentacolo, la croce rovesciata, il serpente, la simbologia massonica e i teschi (che in precedenza non abbiamo citato).

 

 

Non sappiamo chi abbia voluto introdurre questi concetti nel video, se sia stata un'iniziativa della casa discografica, di David Guetta o del regista svedese Jonas Åkerlund (già batterista della band black metal Bathory tra il 1983 ed il 1984, e autore di altri videoclip per personaggi spesso discussi come Madonna, Beyoncè, Lady Gaga, Rolling Stones, Ozzy Osbourne, ecc…).

 

jonas akerlun

Il regista svedese Jonas Åkerlund.

 

album dei bathory

Sopra: con o senza Akerlund, ecco tre album che ci aiutano a capire quale tema prediligevano i Bathory: In nomine Satanas!

 

 

In ogni caso anche l'idea stessa di realizzare due videoclip simili, ma scenograficamente antitetici, richiama una filosofia dualistica, comune a molte dottrine esoteriche.

 

rihanna day version e night version

Rihanna «day version» e «night version».

 

Secondo questa concezione, bene e male vengono visti come due facce della stessa medaglia, necessari entrambi l'uno all'altro, intercambiabili, e quindi posti su di uno stesso piano. Coesistono come le caselle bianche e le caselle nere di una scacchiera.

 

coincidentia oppositorum

Coincidentia oppositorum («unione degli opposti»).

 

Al contrario, nel pensiero cristiano, Dio è unico ed è il sommo bene, mentre Satana è su di un piano inferiore, in quanto creatura che può agire nei limiti di quanto le viene permesso dal Creatore. La visione dualistica comporta una conseguenza non di poco conto: a volte il male può essere necessario, specie per ottenere uno scopo superiore.

 

Se ci si pensa bene, questo, seppur portato all'estremo, è lo stesso modo di pensare delle ideologie del Novecento (nazismo e comunismo) che, giustificando i loro metodi in nome di un fine superiore, hanno causato milioni di morti. Per il cristianesimo, invece, il male va combattuto sempre e non si può mai venire a patti con esso, come ricorda San Paolo nella Lettera ai Romani: «Non facciamo il male perché ne venga un bene» (Rm 3, 8); «non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male» (Rm 12, 21).

 

san michele arcangelo

Sancte Michaël Archangele, defende nos in proelio;

ut non pereamus in tremendo iudicio.

 

(San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia;

affinché non periamo nel tremendo giudizio).


banner centro culturale san giorgio

 

Note

 

1 Il video della «night version» è reperibile qui: https://www.youtube.com/watch?v=EvulQKVHoGc

 

home page