titolo attenti ai rettiliani!

a cura di Paolo Baroni

 

ultima modifica: 13 aprile 2015

 

rettiliano

 

 

 «Sono quattrocento anni che scalziamo il cattolicesimo, la macchina più forte che sia stata inventata in fatto di spiritualismo. Essa è ancora solida, disgraziatamente».

 

Così il massone Lafargue, al Congresso massonico di Liegi del 1865 (cfr. AA. VV., La Massoneria. Ecco il nemico!, Editrice Civiltà, Brescia 1995).

 

«Nostro scopo non è di restaurare l'induismo, ma di cancellare il cristianesimo dalla faccia della terra».

 

Così Madame Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891), occultista, satanista, nonché prima presidentessa della Società Teosofica (cfr. R. Guenon, Il Teosofismo, Edizioni Arktos, 1987, vol. I, pag. 13). La Blavatsky sosteneva di essere guidata per via medianica da Kuthumi, El Moyra, e Saint Germain, tre spiriti-guida o «Maestri Supremi», come li chiamava la Blavatsky.

 

«Innanzitutto combattere Roma e i suoi preti, lottare ovunque contro il cristianesimo e scacciare Dio dai Cieli»

 

Così Annie Besant (1847-1933), attivista femminista e seconda Presidentessa della Società Teosofica, nel suo discorso di chiusura al «Congresso dei Liberi Pensatori», tenutosi a Bruxelles nel 1880 (cfr. R. Guenon, Il Teosofismo, Edizioni Arktos, 1987, vol. I, pag. 13).

 

 

Chi si interessa di Nuovo Ordine Mondiale o di Società Segrete si sarà certamente imbattuto in pagine web, forum o siti che parlano dell'oscuro complotto ordito dai «rettiliani». Secondo questa bizzarra teoria, ai vertici dei circoli mondialisti, delle Logge massoniche e delle Family Bank siederebbero creature malvagie david ickeprovenienti dallo spazio - i rettiliani appunto - che insediatesi alcuni millenni or sono nell'antica Babilonia, dietro apparenze umane, cospirerebbero da secoli per schiavizzare l'umanità intera. Se si approfondisce l'argomento, si scopre che questa credenza è indissolubilmente legata alla figura di David Icke. Ma chi è costui? Nato nel 1952 in Inghilterra da una famiglia modesta, Icke ha giocato nel ruolo di portiere in un paio di squadre di calcio britanniche. Ritiratosi dallo sport nel 1973 per problemi fisici, è diventato giornalista lavorando prima in una radio privata e in seguito alla TV pubblica come cronista calcistico. Lasciata la BBC, Icke è divenuto un attivista del Partito Verde Britannico, raggiungendo in breve la posizione di portavoce nazionale. Nel marzo del 1990, Icke ha affermato di aver ricevuto «un messaggio dal mondo spirituale» attraverso una medium. Questa gli avrebbe detto che egli era un guaritore mandato a sanare la Terra, che era stato scelto per il suo coraggio e che era stato indirizzato allo sport per imparare la disciplina. Secondo la visione, egli avrebbe lasciato la politica e sarebbe divenuto famoso, scrivendo cinque libri in tre anni, finché un giorno ci sarebbe stato un grande terremoto in cui «il mare reclamerà la terra», a causa del cattivo comportamento degli esseri umani che starebbero abusando delle risorse terrestri. Quando Icke disse alla dirigenza dei Verdi quel che aveva sentito, venne immediatamente espulso dal partito. In un'intervista nello show di Terry Wogan nel 1991, due sue controverse affermazionithe biggest secret: the book that will change the world - david icke (prima si autoproclamò Figlio della Divinità e successivamente disse che la Gran Bretagna sarebbe stata devastata dalle maree e dai terremoti) furono accolte con risa dal pubblico in studio mentre i giornalisti, con aria a volte ironica a volte preoccupata, si chiedevano se Icke fosse malato di mente. Dopo esser stato ampiamente ridicolizzato, Icke è scomparso dalla vista pubblica per un breve periodo. Icke stesso ha scritto che, per diversi anni non poté camminare lungo la strada senza venire additato e deriso dalla gente, e che tale esperienza lo aiutò a trovare il coraggio di sviluppare le sue idee rettiliane, poiché non temeva più quello che la gente pensava di lui 1. Il cuore del pensiero di Icke sta nel fatto, come abbiamo detto, che a capo della sètta degli Illuminati (una sorta di potente sètta massonica) ci sarebbero non comuni esseri umani, ma vere e proprie lucertole. Nel 1999, Icke scrisse e pubblicò The Biggest Secret: The Book That Will Change the World («Il più grande segreto: il libro che cambierà il mondo», modestia a parte), nel quale affermò che il pianeta sarebbe controllato da un Nuovo Ordine Mondiale, manovrato da una razza di umanoidi rettiliani chiamati la «Fratellanza Babilonese» (Babylonian Brotherhood). Egli ha scritto: «Le mie ricerche suggeriscono che è da un'altra dimensione, la quarta dimensione inferiore, che il controllo e la manipolazione sarebbero orchestrati. Altre persone sanno che lo è dalla dimensione astrale, la leggendaria casa dei demoni e delle entità nei loro rituali di magia nera». Secondo Icke, il DNA «ibrido rettile-umano» dei rettiliani permetterebbe loro di cambiare dalla forma originaria a quella umana se questi consumano del sangue umano. Sempre secondo lui, i rettiliani, esseri alti oltre due metri, provenienti dal sistema stellare Alpha Draconis, sarebbero dediti a sacrifici umani, avidi di sangue umano e di violenze carnali su dei minorenni e manipolerebbero la gente con riti satanici e con l'ingegneria sociale. Nel volgere di una decina di anni, Icke ha scritto diversi libri, ha realizzato documentari diffusi in DVD in tutte le lingue, ha aperto in rete forum e siti, risvegliando un grande interesse e incontrando al contempo un certo successo.

 

libri e dvd di david icke

 

Com'è possibile che idee da film di fantascienza tipo Visitors (che il giornalista inglese Louis Theroux ha definito «veramente, veramente idiote») sono state e siano tuttora oggetto di una così grande attrattiva e siano ritenute attendibili da un numero non trascurabile di persone? Credo che la risposta a questa domanda gesù cristo contro satanadebba essere formulata su due piani diversi. Innanzi tutto, Icke ha intuito che l'omertà esercitata dai media su tutto ciò che avviene dietro le quinte della politica avrebbe inevitabilmente lasciato uno spazio vuoto che avrebbe colmato andando incontro all'interesse crescente del pubblico per questo argomento. In secondo luogo, egli ha colto nel segno realizzando che essendo le varie tesi cospirazioniste di una certa serietà 2 imperniate in buona parte sullo scontro tra Cristo e Anticristo, e quindi su base religiosa, soprannaturale, una spiegazione alternativa sgombra da divinità o demoni avrebbe incontrato un maggior consenso di pubblico in una società sempre più scristianizzata 3. A causa di quest'ultimo processo, non solo l'individuo comune, ma anche i moltissimi cattolici sono affetti da un'ignoranza gravissima a riguardo di un piano ordito dalle Logge massoniche di assoggettare una società ormai post-cristiana mediante una futura dittatura che incatenerà non solo i corpi, ma anche degli spiriti. Non è mia intenzione soffermarmi qui su certe tematiche come la presunta esistenza degli extraterrestri - rettiliani o meno, buoni come ET o cattivi come Predator - sia perché ciò esula dalla trattazione di questo articolo, ma anche perché mi sembrerebbe offensivo verso l'intelletto di cui ci ha dotato il Creatore. Da parte mia, posso testimoniare che in tutti i testi redatti da autori affidabili che in oltre vent'anni ho potuto leggere o consultare, riguardanti la Massoneria e il Nuovo Ordine Mondiale che essa desidera ardentemente erigere (la famosa «Repubblica Universale»), non ho incontrato una sola volta nemmeno l'ombra di un complotto che si discostasse da una prospettiva soprannaturale, ma solamente un odio plurisecolare satanico per Cristo e per la Sua Chiesa, la Chiesa romana, da parte di uomini che si credono «divinizzati» per via dell'iniziazione demoniaca. Nient'altro che uno scontro all'ultimo sangue tra due modi di vivere, tra due mentalità contrapposte e inconciliabili, tra due società da secoli in lotta tra loro per il possesso delle nostre anime: la Chiesa e la Controchiesa (o se preferite il Cielo e l'inferno).

 

E ciò, si badi bene, è testimoniato non solo da autori che potrebbero essere ritenuti «di parte» (cattolici), ma soprattutto dalla lettura di istruzioni o di discorsi tenuti da liberi muratori di alto Grado durante vari Congressi massonici che sono giunti in nostre mani. In secondo luogo,la trappola di david icke vorrei attirare l'attenzione del lettore sulla mancanza di serietà presente in tutta l'opera di Icke. Leggendo i suoi libri (tutti con titoli altisonanti) o navigando nei suoi siti o forum si trova di tutto: a fianco di temi che meritano attenzione come il ruolo giocato dalla Massoneria, dall'Alta Finanza, dall'occulto, dalla manipolazione mentale delle masse, dalla martellante propaganda mediatica, ecc..., come in un grande calderone trovano spazio altri argomenti - scusatemi l'espressione - da complottismo o dietrologia di serie B, come i cerchi nel grano, la Numerologia applicata senza sosta ai nomi o alle date, l'illuminazione interiore stile New Age, l'ufologia, il calendario maya, l'ossessione per la medicina alternativa, per i vaccini, per il fluoro nel dentifricio (che indurrebbe nella persona uno stato passivo), ecc... Questa perniciosa mescolanza tra realtà e fantasia (o fantascienza?) non solo genera nell'individuo una grande confusione, ma soprattutto lo allontana pericolosamente dalla prospettiva del fine soprannaturale e ultraterreno dell'uomo: la salvezza eterna dell'anima. In questo senso, non è esagerato affermare che Icke (e tutti quelli che lo sostengono) è un grande depistatore perché allontana l'uomo dalla Verità per condurlo attraverso una falsa «liberazione» del tipo di quella propinata da Scientology in un mondo privo di responsabilità personali. La mia, dunque, è una messa in guardia verso chi vuole interessarsi seriamente al tema del mondialismo e delle Società Segrete affinché non cada nella trappola dei «rettiliani» o di altre pagliacciate di questo genere.


banner centro culturale san giorgio

 

Note

 

1 Vedi pagina web

http://it.wikipedia.org/wiki/David_Icke

2 Mi riferisco in particolare agli studi di autori competenti come Padre Augustine Barruel, Léon de Poncins, Mons. Henri Delassus, Jacques Ploncard d'Assac, Henry Coston (Georges Virebeau), Yann Moncomble, Mons. Ernest Jouin, Nesta Webster, Epiphanius e tanti altri.

3 Non a caso Icke è un acceso sostenitore del neo-evemerismo, un'interpretazione delle religioni in chiave razionalistica secondo cui gli dèi sarebbero personaggi realmente esistiti, divinizzati dai posteri per le loro imprese, e i miti sarebbero ricordi, fantasticamente elaborati, di vicende storiche antichissime. Va da sé che, secondo questa corrente, Cristo e il Vangelo sarebbero miti elaborati a partire da altre figure reali o mitologiche o divinità precedenti (come il dio Sole o l'egiziano dio Horus, ad esempio).

 

home page