titolo blackest of the black tour 2008

ultima modifica: 31 marzo 2015

 

 

Nel 2008, Glenn Danzig ha organizzato un tour con un line up comprendente nomi molto noti nel mondo del metal più estremo: Dimmi Borgir, Moonspell, Winds Of plague e Skeletonwitch.

 

danzig - moonspell - dimmu borgir - winds of plague - skeletonwitch

Da sinistra, in alto: i Danzig, i Dimmu Borgir, i Moonspell,

i Winds of Plague e gli Skeletonwitch.

 

Il tour, che ha toccato ventiquattro città degli States, è iniziato il 9 ottobre a Ft. Laudersale (in Florida) e si è concluso il 10 novembre a San Francisco (in California). Per pubblicizzare questa tournée, Danzig ha fatto realizzare da uno studio grafico un poster a dir poco blasfemo. Una donna dal volto scheletrico tiene in braccio un bambino con le corna: l'Anticristo. Nell'aureola della donna c'è il numero 666, il numero della Bestia.

 

blackest of the black tour 2008

 

Ciò che è terribile è che per realizzare questo poster lo studio grafico si è servito di un'immagine sacra: si tratta del bellissimo dipinto La Madone aux roses («La Madonna delle rose»), una tela del 1903 del pittore realista francese Adolphe William Bouguereau (1825-1925). Ecco le due immagini a confronto.

 

poster blackest - madonna delle rose

 

In breve, lo studio grafico incaricato di creare il poster per questo tour di gruppi sulfurei, ha trasformato la Vergine Maria e Gesù Bambino nell'Anticristo e nella sventurata donna che lo porterà in grembo. Provate a pensare se una cosa del genere fosse stata fatta con un'immagine del Corano o del Talmud: sarebbe scoppiato il putiferio. E invece, visto che in fin dei conti si tratta «solo» della Madre di Dio, né un esponente della Gerarchia, né il responsabile di qualche organizzazione cattolica hanno espresso il proprio sdegno...  

 

home page